Foto di Peter Lindbergh

Peter Lindbergh è un fotografo di moda Tedesco. Il suo vero nome Peter Brodbeck, è nato il 23 novembre 1944 a Lissa, nella parte polacca dell'ex Germania dell'Est.

Il compte parmi les photographes les plus appréciés et les plus recherchés dans l’univers de la modePeter Lindbergh cresciuto a Duisburg. Durante la sua giovinezza si interessò alla pittura e si iscrisse per un periodo alle Belle Arti.

Lascia l'università per viaggiare e torna in Germania con sculture che espone per la prima volta nel 1969 a Düsseldorf. Successivamente rinuncia al arti plastiche dedicarsi ad altre forme di espressione artistica, in particolare la fotografia.

 

Foto di Peter Lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

 

Ha iniziato lavorando come assistente di un fotografo tedesco Hans Lux, poi è diventato indipendente nel 1973 e ha realizzato fotografie pubblicitarie.

Nel 1978 il settimanale Stern lo assume e gli regala una prima serie di moda. Alla fine degli anni settanta si trasferì a Parigi e iniziò una grande carriera come fotografo nella moda, in particolare per le riviste Vogue e Marie-Claire.

Il lavoro di Peter Lindbergh

Lavora anche per Vanity Fair e Rolling Stone. Peter Lindbergh ha il dono di fotografare le donne mettendo in risalto l'icona femminile, più che vestiti, accessori e trucco.

Peter Lindbergh, ad esempio, ha fotografato Catherine Deneuve senza trucco per una copertina di Vogue, sottolineando la bellezza naturale dell'attrice. La sua arte si può riassumere in questo: un realismo nitido, una schiettezza descritta dalla rivista American Photo come “quasi scioccante”, un gusto molto pronunciato per un fascino liberato dagli artifici che lo distorcono.

Nell'aprile 2009 l'artista collabora con la rivista ELLE per una sublime serie di “stelle senza trucco” con in particolare Eva Herzigova e Monica Belluci.

 

fotografo peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

 

La sua padronanza di tecnica in bianco e nero, a cui è affezionato perché ama come la luce scolpisce i volti lì, ricorda scene mitiche del cinema degli anni '30.

Peter Lindbergh ha anche disegnato le fotografie per la campagna pubblicitaria per i profumi di Céline Dion, così come tutti gli altri spot pubblicitari per importanti marchi di profumi come Guerlain con Sophie Marceau, Eternity di Calvin Klein con Christy Turlington, o il famoso Trésor de Lancôme con Isabella Rossellini.

Inoltre, Peter Lindbergh ha lavorato a un libro fotografico di Tina Turner a beneficio della lotta contro l'AIDS. Ha anche prodotto le immagini del calendario Pirelli nel 1996, in particolare con Nastassja Kinski, Carre Otis o Eva Herzigova, e nel 2002, con Selma Blair e Brittany Murphy.

Nel 1991 ha diretto un lungometraggio documentario, "Models:" The Film "" con Linda Evangelista, Cindy Crawford, Naomi Campbell e Stephanie Seymour.

Le foto di Peter Lindbergh: il fotografo delle star

Peter Lindbergh è stato insignito del Raymond Loewy Foundation Award a Berlino e incoronato come miglior fotografo al Fashion Award di Parigi nel 1997.

Peter Lindbergh fa ormai parte di quelli che chiamiamo gli artefici dell'immagine della moda ed è descritto come un "poeta del glamour", riconosciuto e applaudito da grandi couturier come Karl Lagerfeld, che vede in lui un genio che ha saputo "Esprimere in modo forte e definitivo la sua visione del mondo".

Il suo realismo, il suo amore per l'autenticità, la mancanza di pretese e la profondità delle sue fotografie lo rendono uno dei più grandi maestri della fotografia in bianco e nero del XX secolo.

 

foto di peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

foto peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

 

foto di peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

foto ritratto di peter lindbergh

Foto di Peter Lindberghpeter lindbergh artista
Foto di Peter Lindbergh

In poche parole, è così che si presenta: noto per le sue memorabili immagini cinematografiche, Peter Lindbergh (1944-2019) è riconosciuto come uno dei fotografi contemporanei più influenti.

Nato a Leszno (Polonia), ha trascorso la sua infanzia a Duisburg (Nord Reno-Westfalia).

Ha lavorato come vetrinista per un grande magazzino locale e si è iscritto all'Accademia di Belle Arti di Berlino nei primi anni '60.

Ricorda quegli anni: “Preferivo cercare attivamente le ispirazioni di van Gogh, il mio idolo, piuttosto che dipingere i ritratti ei paesaggi obbligatori insegnati nelle scuole d'arte…”.

Foto di Peter Lindbergh: La vita di Peter Lindbergh

Ispirato dall'opera del pittore olandese, si trasferì ad Arles per quasi un anno, quindi intraprese un viaggio in autostop attraverso la Spagna e il Nord Africa.

Ha poi studiato pittura libera al College of Art di Krefeld. Influenzato da Joseph Kosuth e dal movimento concettuale, è stato invitato prima di laurearsi a presentare il suo lavoro alla famosa Galerie Denise René - Hans Mayer d'avanguardia nel 1969.

Trasferitosi a Düsseldorf nel 1971, si dedica alla fotografia e lavora per due anni assistendo il fotografo tedesco Hans Lux, prima di aprire il proprio studio nel 1973. Divenuto famoso nel suo paese d'origine, entra a far parte della famiglia della rivista Stern con le leggende di fotografia.

Helmut Newton, Guy Bourdin e Hans Feurer, e si è trasferito a Parigi nel 1978 per proseguire la sua carriera. Considerato un pioniere della fotografia, ha introdotto una forma di nuovo realismo ridefinendo i canoni della bellezza con immagini senza tempo.

Il suo approccio umanista e la sua idealizzazione delle donne lo distinguono dagli altri fotografi perché privilegia l'anima e la personalità. Ha cambiato radicalmente gli standard della fotografia di moda in tempi di ritocchi eccessivi considerando che c'è qualcos'altro che rende una persona interessante, al di là della loro età.

Spiega: “Oggi dovrebbe essere responsabilità dei fotografi liberare le donne, e in definitiva tutti, dal terrore della giovinezza e della perfezione.

La sua visione singolare li presenta allo stato puro, "in tutta onestà", evitando tutti gli stereotipi perché predilige un viso appena truccato, in uno spogliarello che rafforza l'autenticità e la bellezza naturale delle sue donne.

Dopo gli anni '80 ha inventato una nuova visione della donna senza prestare troppa attenzione all'abbigliamento, considerando che: “Se togli la moda e l'artificio, allora puoi vedere la persona reale. ha detto Lindbergh.

La giornalista britannica Suzy Menkes sottolinea che il fotografo tedesco è: "Rifiutarsi di inchinarsi alla brillante perfezione è il marchio di fabbrica di Peter Lindbergh - l'essenza delle immagini che guardano l'anima pura di ogni persona, non importa quanto familiare o famosa. questa è la custode. "

 

peter lindbergh fotografo artista

Foto di Peter Lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

 

Lindbergh è il primo fotografo a includere una storia nella sua serie di moda, la sua narrazione ha portato una nuova visione dell'arte e della fotografia di moda. Negli anni ha realizzato immagini che hanno segnato la storia della fotografia, caratterizzate da un approccio minimalista alla fotografia postmoderna.

Nel 1988 Peter Lindbergh ha guadagnato fama internazionale mostrando una nuova generazione di modelli tutti vestiti con camicie bianche che aveva scoperto di recente e lanciato la loro carriera.

Un anno dopo Linda Evangelista, Naomi Campbell, Cindy Crawford, Christy Turlington e Tatjana Patitz, allora giovani modelle, furono fotografate insieme per la prima volta da lui per la leggendaria copertina di British Vogue nel gennaio 1990.

Il cantante pop George Michael, ideatore del movimento Supermodels, si è ispirato alle fotografie scattate da Lindbergh per Vogue, per creare l'iconico video della sua canzone Freedom 90, seguito da Gianni Versace, che ha segnato l'inizio dell'era delle celebrità-modelle, che ridefinito l'immagine della nuova donna moderna.

Nel numero di maggio 2016 della prestigiosa rivista Art Forum, Lindbergh dichiara nella sua intervista con la giornalista Isabel Flower che “un fotografo di moda deve aiutare a definire l'immagine della donna o dell'uomo contemporanei nel loro tempo, per riflettere una certa realtà sociale o umana.

foto del fotografo di peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

Quanto è surreale il programma aziendale di oggi per ritoccare tutti i segni della vita e dell'esperienza, per ritoccare la verità molto personale del volto stesso? "

Il lavoro riconosciuto di Peter Lindbergh

Il suo lavoro è noto soprattutto per i suoi ritratti semplici e rivelatori, le nature morte e le forti influenze del primo cinema tedesco e degli ambienti industriali della sua infanzia, danza e cabaret, ma anche paesaggi e spazio.

Lindbergh ha lavorato con i più prestigiosi marchi e riviste di moda dalla fine degli anni '70, tra cui edizioni internazionali di Vogue, The New Yorker, Rolling Stone, Vanity Fair, Harper's Bazaar US, Wall Street Journal Magazine, The Face, Visionaire, Interview e W. Nel.

2016, Peter Lindbergh è stato incaricato per la terza volta di creare l'edizione 2017 del Calendario Pirelli, essendo il primo a fotografarlo più di due volte nei cinquant'anni di storia dell'iconico calendario.

 

foto ritratto di peter lindbergh

Foto di Peter Lindbergh

 

In precedenza ha fotografato le edizioni 1996 e 2002. Il suo lavoro fa parte delle collezioni permanenti di molti musei di Belle Arti in tutto il mondo ed è stato anche esposto in prestigiosi musei e gallerie.

Questi includono il Victoria & Albert Museum (Londra), il Centre Pompidou (Parigi), il Museo Thyssen-Bornemisza (Madrid), il Metropolitan Museum of Art (New York), nonché mostre personali all'Hamburger Banhof (Berlino), Bunkamura Museum of Art (Tokyo) e il Museo di Belle Arti Pushkin (Mosca).

La mostra “A different vision of fashion photography”, iniziata dalla Kunsthal Rotterdam nel 2016, è stata poi presentata alla Kunsthalle München e alla Venaria Reale di Torino.

Nel 2017 Peter Lindbergh photos ha partecipato alla mostra “Alberto Giacometti Beyond Bronze” presentata alla Kunsthaus di Zurigo, seguita da “Shadow And Substance” alla Gagosian Gallery (Londra) e “Models, The film (1991); Inner VoIces (1999) che ha vinto il premio per il miglior documentario al Toronto International Film Festival (TIFF) nel 2000; Pina Bausch, der Fensterputzer (2001) e Everywhere At Once (2007), narrato da Jeanne Moreau e presentato ai Festival di Cannes e Tribeca. Peter Lindbergh è rappresentato da Gagosian.

 

Sito ufficiale : www.peterlindbergh.com

 

Foto di Peter Lindbergh

 

Non conosci i risultati del fotografo di concerti Eric Canto?

Scopri le sue foto, le copertine degli album e altri successi

 

Visita il portfolio del fotografo Visita il blog Visita il negozio Contatto

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Jean-Marie Perier : Itinéraire d’un photographe gâté
Jean Marie Perier 20

Jean-Marie Perier, son histoire en quelques mots... Jean-Marie Perier est né à Neuilly en 1940. Il débute sa carrière comme Leggi di più

VIVIAN MAIER: Une photographe d’exception
Vivian Maier

Percer le mystére de la vie de Vivian Maier peut facilement évoquer la célèbre citation de Churchill sur le vaste Leggi di più

Pierre et Gilles: 30 anni di foto
Pierre et Gilles 30 anni di foto, mostre e pubblicazioni.

[et_pb_text admin_label="Text" _builder_version="3.27.4" background_size="initial" background_position="top_left" Leggi di più
Annie Leibovitz Fotografa
fotografia di annie leibovitz

Presentazione della fotografa Annie Leibovitz Le foto di Annie Leibovitz raccontano la vita pubblica degli ultimi 40 anni Leggi di più

it_ITItaliano