Metallica, una band metal californiana il cui stile aggressivo e melodico li rende una delle band più popolari di tutti i tempi, è stata una delle band heavy metal più influenti degli anni '80 e '90.

Ispirare generazioni di rocker con i loro primi suoni thrash e hard rock prima di intraprendere il loro ruolo di gruppo cult negli anni 2000.

Metallica ha anche ampliato i limiti del thrash, usando velocità e volume non per se stessi, ma per migliorare le loro composizioni strutturate in modo intricato.

Concerto dei Metallica

Concerto dei Metallica

Metallica: Kill 'Em All nel 1983

L'uscita di Kill 'Em All nel 1983 ha segnato l'inizio della legittimazione dell'heavy metal underground, portando nuova complessità e profondità al thrash metal.

Con ogni album, il modo di suonare e scrivere della band è migliorato; James Hetfield ha sviluppato un ritmo che corrispondeva al suo ringhio, mentre il chitarrista solista Kirk Hammett è diventato uno dei chitarristi più copiati del metal.

Per completare il pacchetto, la batteria fragorosa (ma complessa) di Lars Ulrich si adatta perfettamente all'innovativo basso di Cliff Burton.

La vera nascita del thrash. In Kill 'Em All, i Metallica fondono gli intricati riff New Wave di gruppi heavy metal britannici come Judas Priest, Iron Maiden e Diamond Head con la velocità dei Motörhead e dell'hardcore punk. James Hetfield Lo stile molto tecnico della chitarra ritmica ravviva gran parte dell'album, stabilendo nuovi standard di potenza, precisione e resistenza.

Concerto dei Metallica

 

Ma in realtà, il resto della band è altrettanto abile, suona con furia controllata, anche ai tempi più ridicolmente veloci. Ci sono già diverse composizioni estese e multi-sezione che prefigurano le successive epopee progressive del gruppo, sebbene queste siano guidate dall'adrenalina, non dalla trama.

Alcuni tributi all'heavy metal stesso sono un po' lirici datati; come Diamond Head, la più grande influenza della band, il suono più efficace di Kill 'Em All è quello della malevolenza soprannaturale - come suono puro, il disco è già uscito dagli inferi. L'ex membro Dave Mustainnea ha co-scritto quattro delle dieci tracce originali, ma il materiale rende tutti i suoni di un pezzo.

E infatti, chiunque abbia lavorato a ritroso nel catalogo della band potrebbe non apprezzare appieno l'impatto di Kill 'Em All quando è apparso per la prima volta - a differenza delle versioni successive, non c'è molta variazione musicale (a parte un lirico assolo di basso di Cliff Burton). Anche l'ambizione musicale della band è cresciuta rapidamente, quindi oggi Kill 'Em All suona più come la base per cose più grandi a venire.

Ma ciò non ha tolto la freschezza del suo suono alla prima uscita, e il tempo non ha smorzato l'aumento vertiginoso dell'eccitazione in queste esibizioni. Spaventoso, maestoso e assolutamente implacabile, Kill 'Em All è puro potere distruttivo, eseguito con livelli di precisione scientifica mozzafiato.

 

Metallica: Master of Puppets 1986

Sebbene Master of Puppets non sia balzato così gigantesco come Ride the Lightning, è stato il più grande successo della band, salutato come un capolavoro da critici molto al di fuori del pubblico heavy metal mainstream.

Fu anche un successo sostanziale, raggiungendo la Top 30 e vendendo tre milioni di copie nonostante non avesse assolutamente alcuna distribuzione aerea. Invece di una reinvenzione radicale, Master of Puppets è un perfezionamento delle innovazioni passate.

In effetti, è possibile confrontare la canzone Ride the Lightning e Master of Puppets per la canzone e notare le sorprendenti somiglianze tra le posizioni delle tracce corrispondenti su ciascuna registrazione.

Concerto dei Metallica

 

Questo accenno di conservatorismo è davvero l'unico difetto immaginabile qui. Sebbene non sia sorprendente come Ride the Lightning, Master of Puppets sembra più unificato, sia dal punto di vista tematico che musicale. Tutto è esploso in proporzioni epiche (anzi, le canzoni sono in media molto più lunghe), e il gruppo si sente più padrone della propria direzione.

Tuttavia, non lo sapresti mai dai testi: in un modo o nell'altro, quasi ogni canzone di Master of Puppets parla della paura dell'impotenza. A volte è autorità ipocrita (capi militari e religiosi), a volte sono impulsi umani primari e incontrollabili (droghe, follia, rabbia) e, modalità HP Lovecraft, a volte mostri.

Tuttavia, tagliando l'album con due fette di caos thrash ("Battery" e "Damage, Inc."), il gruppo regna trionfante con la forza - del suono, della volontà, della malvagità. Gli arrangiamenti sono spessi e muscolosi, e il materiale varia abbastanza nella trama e nel tempo per mantenere l'interesse attraverso tutti i suoi colpi di scena.

Alcuni critici hanno definito Master of Puppets il miglior album heavy metal mai registrato; se no, ci si avvicina sicuramente. [Nel 2017, la band ha pubblicato un'enorme edizione ampliata dell'album con una varietà di opzioni di confezione fisica, la più ambiziosa delle quali era un ampio cofanetto che includeva un libro con copertina rigida, clip e interviste inedite, tre LP, dieci CD, un cassetta, due DVD, una litografia, una cartella con testi scritti a mano e un set di sei pulsanti.]

Dopo aver pubblicato il loro capolavoro Master of Puppets nel 1986, la tragedia ha colpito il gruppo quando il loro tour bus si è schiantato durante un viaggio in Svezia.

Burton è morto nell'incidente. Quando il gruppo ha deciso di continuare, Jason Newsted è stato scelto per sostituire Burton; due anni dopo, il gruppo pubblicò l'ambizioso concept… And Justice for All, che raggiunse la Top Ten senza alcun singolo e pochissimo supporto da parte di MTV.

 

Metallica: E giustizia per tutti

L'aspetto più immediatamente evidente di... Justice for All non è la sofisticatezza compositiva sempre crescente dei Metallica o la rappresentazione lirica apocalittica di una società in declino. È una produzione strana e secca.

Le chitarre ronzano leggermente, la batteria fa più clic dei libri e il basso di Jason Newsted è quasi impercettibile. È un peccato che il suono freddo e piatto nasconda alcuni dettagli sonori, perché… E Justice for All è il lavoro più complesso e ambizioso dei Metallica; ogni canzone è un sequel esteso, con solo due delle nove tracce in meno di sei minuti.

Concerto dei Metallica

Concerto dei Metallica

Concerto dei Metallica

Ci vuole un po' per capire, ma visto il tempo... e Justice for All rivela alcuni dei migliori materiali dei Metallica. Rivela anche la determinazione del gruppo a rimuovere tutte le fermate compositive, aggiungendo sezioni extra, tempi dispari e dense tele di arpeggi di chitarra e tracce armonizzate. A volte sembra che lo stiano facendo solo perché possono; parti dell'album mancano di direzione e probabilmente avrebbero dovuto essere tagliate per ora.

Per quanto riguarda il ritmo, l'album segue ancora vagamente il piano di Ride the Lightning, ma non così strettamente come Master of Puppets. Questa volta, la quarta canzone - ancora una volta una ballata con un ritornello thrashy e un outro - ha regalato al gruppo uno dei 40 singoli più incredibili della storia; "One" è stato un classico metal istantaneo, basato sul romanzo contro la guerra di Dalton Trumbo Johnny Got His Gun e culminato in un'imitazione di una mitragliatrice polverizzata.

Nel complesso, le opinioni su… e Justice for All rimangono un po' divise: alcuni credono che sia un capolavoro leggermente imperfetto e l'apice degli anni progressisti dei Metallica; altri lo vedono come gonfio e eccessivamente ambizioso. Entrambe le interpretazioni possono essere facilmente supportate, ma il gruppo ha chiaramente preso quella direzione per quanto possibile.

La difficoltà di riprodurre queste canzoni in concerto ha finalmente convinto i Metallica che era giunto il momento di una riprogettazione.

 

Metallica 1991

I Metallica hanno completamente attraversato il mainstream con Metallica del 1991, uno sforzo omonimo che ha permesso alla band di scambiare le loro lunghe composizioni con strutture di canzoni più concise. Punteggiato da successi come "Wherever I May Roam" e "Enter Sandman", il risultato è stato un album numero uno che ha venduto oltre sette milioni di copie solo negli Stati Uniti.

Per supportare il disco, i Metallica hanno lanciato un lungo tour che ha tenuto i musicisti in viaggio per quasi due anni.

Dopo la produzione confusa e le strutture delle canzoni ultra complicate di… And Justice for All, i Metallica decisero di aver portato gli elementi progressivi della loro musica il più lontano possibile e che una semplificazione e uno snellimento del loro suono era in ordine. Sebbene la recensione avesse senso musicalmente, offriva anche l'opportunità di commercializzare la loro musica e i Metallica raggiungono entrambi gli obiettivi.

Concerto dei Metallica

Le canzoni migliori sono più melodiche e immediate, i groove travolgenti e spoglio di "Enter Sandman", "Sad but True" e "Wherever I May Roam" si attengono alle strutture tradizionali e utilizzano gli stessi riff principali; La produzione nitida e professionale di Bob Rock si aggiunge alla loro accessibilità.

"The Unforgiven" e "Nothing Else Matters" evitano riff di chitarra slash-and-burn che hanno sempre scandito le ballate del gruppo; quest'ultima è una vera e propria canzone d'amore con una sezione d'archi, che suona molto meglio di quanto si possa immaginare.

Songwriting e riff scivolano qua e là, un evento raro per i Metallica, che alcuni fan di vecchia data hanno interpretato come un riempitivo insieme a una serie di singoli calcolati per il successo commerciale.

Le obiezioni erano spesso più sull'idea che i Metallic stessero facendo qualcosa di esplicitamente commerciale, ma milioni di altri non erano d'accordo. In effetti, la popolarità della band è esplosa a tal punto che la maggior parte del suo catalogo arretrato ha trovato un'accettazione generale a tutti gli effetti, mentre altre band speed metal progressivamente inclini hanno copiato il passo verso la semplificazione.

In retrospettiva, i Metallica sono un buon album, ma non così eccezionale, i cui momenti migliori si sono giustamente guadagnati la corona dell'heavy metal, ma il cui approccio ha anche fatto presagire un declino creativo.

Negli anni '90, i Metallica avevano cambiato le regole di tutte le band heavy metal; erano i leader del genere, rispettati non solo dagli headbanger, ma anche dai compratori e dai critici dei dischi mainstream.

 

Metallica: carica e ricarica 

Nessun altro gruppo heavy metal non ha mai raggiunto una tale impresa. Tuttavia, la band ha perso parte del suo pubblico principale con il tanto atteso seguito dei Metallica, Load del 1996.

L'album sposta la band verso il rock alternativo in termini di immagine - i membri della band si tagliano i capelli e si fanno fotografare da Anton Corbijn. Sebbene l'album sia stato un successo alla sua uscita estiva, entrando in classifica al numero 1 e vendendo tre milioni di copie in due mesi, alcuni membri della "fanbase" dei Metallica si sono lamentati del cambio di immagine, così come della decisione del gruppo di fare il Lollapalooza.

Concerto dei Metallica

Concerto dei Metallica

Re-Load, che combinava nuovo materiale con canzoni non registrate da Load, apparve nel 1997; nonostante le recensioni negative, è andato esaurito a un ritmo generalmente elevato e ha generato diversi singoli di successo tra cui "Fuel" e "The Memory Remains".

 

Metallica: Garage Inc, una raccolta di lati B

Garage Inc., una raccolta di B-side, rarità e cover ri-registrate, seguì nel 1998. L'interpretazione dei Metallica di "Turn the Page" di Bob Seger ha aiutato a mantenere la loro presenza nelle classifiche e la band ha continuato il suo flusso di prodotti con S&M nel 1999 con la San Francisco Symphony Orchestra.

L'album debutta direttamente in classifica al secondo posto, riconfermando l'immensa popolarità del gruppo.

 

Concerto dei Metallica - Festival de Nîmes

 

Metallica: St. Anger

I Metallica hanno trascorso la maggior parte del 2000 in polemiche guidando un attacco legale a Napster, un servizio di condivisione di file che consentiva agli utenti di scaricare file musicali dai rispettivi computer.

Mirando in modo aggressivo alla violazione del copyright del proprio materiale, i Metallica hanno notoriamente condannato oltre 300.000 utenti, creando un ampio dibattito sulla disponibilità di musica digitale che infuriava per la maggior parte dell'anno. .

Nel gennaio 2001, il bassista Jason Newsted ha annunciato la sua partenza amichevole dalla band. Poco dopo che il gruppo è apparso agli ESPN Awards nell'aprile di quell'anno, Hetfield, Hammett e Ulrich sono entrati in studio di registrazione per iniziare a lavorare al loro prossimo album, con il produttore Bob Rock che si occupava del basso per le sessioni (nel frattempo, circolavano voci sull'ex bassista Ozzy Osbourne / Alice in Chains Mike Inez considerato per il posto vacante).

A luglio, i Metallica hanno abbandonato la causa contro Napster, forse sentendo che la loro posizione controversa stava facendo più male che bene alla loro immagine di "gruppo di persone".

Quella stessa estate, le sessioni di registrazione della band (e tutte le altre questioni relative alla band) furono sospese quando Hetfield entrò in un centro di riabilitazione sconosciuto per alcolismo e altre dipendenze. Ha completato l'elaborazione e si è unito ai Metallica quando sono tornati in studio nel 2002 per registrare St. Anger, che è stato rilasciato a metà del 2003.

La registrazione di St. Anger è stata coronata dalla ricerca di un sostituto permanente per Newsted. Dopo un lungo processo di audizioni, l'ex bassista di Ozzy Osbourne / Suicidal Tendencies Robert Trujillo è stato selezionato e si è unito ai Metallica per il loro tour mondiale 2003-2004.

 


I dolori crescenti che la band ha provato durante la registrazione di St. Anger sono stati catturati nel famoso documentario Some Kind of Monster, che ha debuttato nel 2004. Quattro anni dopo, la band è tornata con Death Magnetic, un album energico che ha riportato la band alle radici i primi anni '80.

L'ex produttore degli Slayer Rick Rubin ha diretto l'album, dopo aver sostituito il produttore di lunga data Bob Rock, mentre Kirk Hammett (a cui era proibito suonare assoli di chitarra a St. Anger) ha cosparso il disco di riff metallici e assoli frenetici.

 

Metallica: Death Magnetic

I Death Magnetic hanno trascorso tre settimane al numero uno delle classifiche di Billboard e la band ha sostenuto il tutto con un lungo tour internazionale che includeva un concerto al festival con Slayer, Megadeth e Anthrax.

I Metallica hanno stretto il loro contratto con la Warner con i Death Magnetic - le clip delle sessioni sono apparse come l'EP Beyond Magnetic alla fine del 2011 - e mentre esploravano le loro opzioni, hanno iniziato una collaborazione con Lou Reed, scatenando l'ambizioso e artistico. 2011.

 

Nel 2012, i Metallica hanno lanciato la propria etichetta, Blackened, che sarebbe stata distribuita da Universal; Poi, l'anno successivo, hanno annunciato l'uscita del loro secondo film, Through the Never, che combinava spettacolari filmati di concerti di loro che esplodono attraverso le gemme del loro catalogo precedente con un'odissea surreale di un viaggio su strada con Dane.DeHaan.

Il film e l'album della colonna sonora di accompagnamento sono stati rilasciati nel settembre 2013.
Negli anni successivi, i Metallica si sono esibiti occasionalmente in concerti di alto profilo mentre lavoravano a un nuovo album in studio.

Nel 2016, il gruppo ha lanciato una serie di ristampe estese, a partire dalle edizioni deluxe di Kill 'Em All e Ride the Lightning. Queste ristampe sono state il preambolo dell'uscita di novembre di Hardwired… To Self-Destruct, un doppio album che è stata la prima nuova musica della band in otto anni.

Prodotto da Greg Fidelman, James Hetfield e Lars Ulrich, Hardwired... To Self-Destruct ha debuttato al numero uno al mondo quando è stato pubblicato nel novembre 2016. L'anno successivo, il gruppo ha pubblicato un'edizione massiccia ed ampliata del loro storico LP del 1986, Maestro di burattini.

La storia continua per i Metallica...

 


 

Eric CANTO Fotografo: foto di concerti, ritratti, copertine di album.

Visita il mio portfolio Visita il blog Visita il negozio contattami

 

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Limp Bizkit : la story depuis 1997
Limp-Bizkit

Pivot de la scène nu-métal de la fin des années 90, Limp Bizkit a fait connaître le rap au grand Leggi di più

The Beatles: Get Back, tout ce que vous devez savoir
The Beatles Get Back 1

Le prochain documentaire "The Beatles: Get Back" réalisé par Peter Jackson offrira un regard révélateur sur le groupe. Voici ce Leggi di più

David Bailey: Guarda di nuovo
David Bailey 3

David Bailey e gli anni Sessanta Gli anni Sessanta, ci racconta David Bailey nella sua nuova autobiografia, erano finiti Leggi di più

NIRVANA: la colonna sonora degli anni '90
nirvana

Se gli anni '90 fossero un film, la colonna sonora sarebbe 100 % Nirvana. Ai tempi in cui Kurt Cobain, Leggi di più

it_ITItaliano