David Bailey e gli anni '60

Gli anni '60, ci racconta David Bailey nella sua nuova autobiografia, erano finiti intorno al 1965. I calendari potrebbero dire il contrario. Ma ha un suono di verità, almeno quando si tratta della versione mod, monocromatica e su misura dell'era della Swinging London degli anni '60. Bailey dovrebbe saperlo, dopotutto. Sostiene modestamente di aver inventato il decennio.

 

David Bailey: Guarda di nuovo

David Bailey: Guarda di nuovo

Il suo viaggio a New York con la modella Jean Shrimpton per un servizio fotografico di Vogue nel 1962 ha assunto alcune delle qualità leggendarie dell'arrivo di Lenin alla stazione ferroviaria della Finlandia: un momento che ha inaugurato una rivoluzione.

* È possibile sopravvalutare quanto fosse innovativa la sua tecnica - Vogue esiste per raccontare le tendenze, raramente per definirle - ma il suo impatto è stato storico. In precedenza, le pagine della rivista erano dominate da scatti scenografici in cui le modelle altezzose assumevano pose comuni come "catturare una farfalla" e "fermare un taxi".

Al contrario, le foto di Shrimpton di Bailey la mostravano in ambientazioni naturalistiche su pellicola 35mm granulosa. Hanno allineato Vogue con un nuovo spirito generale nella cultura - nello stile di guerriglia dei registi francesi della New Wave; nella serietà del realismo del lavello della cucina; e soprattutto nella 'Idea Giovane', termine nebuloso che sarebbe maturato in un decennio definito dalla giovinezza. I vestiti erano quasi casuali. Era, come afferma più di una volta in questo libro, della fanciulla.

 

David Bailey: Guarda di nuovo

David Bailey: Guarda di nuovo

 

Bailey si è avvicinato alla fotografia di moda come una forma di ritrattistica, mentre i suoi ritratti hanno definito la moda. Molte di quelle persone erano i suoi amici (Mick Jagger, Terence Stamp, Michael Caine), molti altri i suoi amanti (Shrimpton, Catherine Deneuve, Penelope Tree), tutti fotografati nel suo stile distintivo e contrastante su uno sfondo bianco solido.

(Non è stato, cerca di sottolineare, da Richard Avedon, ma è stato sviluppato dal suo mentore John French per avere un impatto maggiore sulla carta da giornale del Daily Express.) Le immagini crude, non filtrate, parlavano del suo rapporto istintivo con i suoi soggetti. , connessioni forgiate dal suo fascino terroso e filante.

Più simile a un libro di memorie che a un'autobiografia, Look Again è una faccenda curiosa. Anch'esso crudo e non filtrato. Le frasi sono a scatti. Lo stile è grezzo e demotico. La struttura è una sorta di flusso di coscienza, come se fossimo seduti con Bailey e ascoltiamo i suoi ricordi.

 

David Bailey: Guarda di nuovo

David Bailey: Guarda di nuovo

 

Questo non è sorprendente, dal momento che la fotografia est dyslexique et a réalisé le livre avec l’aide de l’historien de l’art James Fox, décrit ici non pas comme un nègre mais comme son « collaborateur ».

Comme un ensemble de pinces bulldog utilisées par un styliste de mode pour améliorer la coupe d’un vêtement, Fox a la tâche peu enviable d’imposer une sorte de forme aux réminiscences informes de Bailey, en restant invisible tout le temps.

Ancora guardare è nella sua forma più evocativa quando si tratta di L'infanzia di Bailey negli anni 40. C'è un forte senso del luogo e un occhio per un dettaglio rivelatore: edifici bombardati con i loro interni esposti come case delle bambole; la cella frigorifera con mobili rivestiti in plastica riservata ai visitatori speciali; la brutalità casuale della vita dell'East End.

(Suo padre, un capo sarto, è stato marchiato a vita quando un giovane delinquente lo ha colpito in faccia. L'identità dell'aggressore è stata nascosta a Bailey per diversi decenni, ma era il gangster Reginald. Kray, di cui ha scattato le foto del matrimonio nel 1965.)

 

David Bailey guarda di nuovo 5

On peut dire à peu près la même chose de sa période en poste dans ce qui était alors la Malaisie en service national avec la RAF; tandis que le reste de la caserne était orné de pin-up coquines, une affiche de Picasso était suspendue au-dessus de la couchette de l’aviateur Bailey.

Les années 60, naturellement, occupent la part du lion du livre, mais ici, le style narratif dégressif de Bailey joue contre lui.

Les pages sont riches d’anecdotes – apprendre au danseur de ballet Rudolf Noureev à faire le twist, se faire arrêter par la police avec un python dans le coffre de sa Rolls-Royce – dont certaines seront déjà familières aux aficionados de l’homme et son travail.

Mais quelque part en cours de route, le sens du lieu, et pire encore, de l’époque, se dissipe. Le livre prend une allure presque picaresque, une séquence brumeuse d’incidents dans lesquels notre héros, tel un Moll Flanders masculin ou le protagoniste d’un roman de Fielding, ricoche d’amant en amant.

 

David Bailey Guarda di nuovo 3

Siamo passati da Shrimpton a Deneuve (che ha sposato per una scommessa) a Tree, a Marie Helvin e, infine, a Catherine Dyer, sua moglie dal 1986 in Look Again, in sezioni di dialogo trascritte come una sceneggiatura teatrale. I loro ricordi degli eventi non sempre corrispondono a quelli di Bailey.

In un certo senso, questo racconto caotico si rifà alla questione della fine degli anni '60. Molte figure di spicco che sono salite alla ribalta durante questo decennio ossessionato dalla gioventù si trovano di fronte a un dilemma: i loro primi successi eclissano il resto della loro vita. , il loro talento si congela. in una semplice celebrità.

Nel 1965, Bailey era senza dubbio una celebrità. Il personaggio principale di Blow-Up Antonionia era famoso per il suo modello, anche se Bailey si lamenta del maniaco della sua controparte immaginaria "Sì, piccola!" Manierismi - più appropriato, dice, a a fotografo in studio dal Chelsea. ("Era così squadrato, David Hemmings. Sarebbe stato meglio avere Terence Stamp.") I decenni successivi sembravano un po' come se stesse cercando un nuovo obiettivo.

 

David Bailey guarda di nuovo 2

Nonostante tutto ciò che a volte sostiene che il suo climax sia il presente, non è chiaro che Bailey ce l'abbia fatta. Elenca alcuni dei suoi più grandi successi - Official Live Aid Photographer nel 1985, un memorabile spot anti-pelliccia in cui il cappotto di una modella versa sangue sulla passerella, una serie di spot comici televisivi per le telecamere Olympus - ma la direzione della condotta del i capitoli precedenti sono scomparsi.

Dans sa crudité et son manque de vernis, son insistance sur le fait que tout tourne autour de la fille, Look Again évoque sans effort l’homme et son travail. Il est donc regrettable qu’il souffre par endroits de quelque chose que sa photographie d’une netteté irréprochable n’a jamais fait : un étrange manque de mise au point.

Look Again de David Bailey est publié par Mac millan .

Chi è David Bailey?

David Bailey è un fotografo di moda inglese surtout connu pour ses images de célébrités, de mannequins et de musiciens. Bien qu’il soit également connu pour son livre de photographie NWI (1982), qui documente le processus de gentrification dans les quartiers londoniens de Primrose Hill et Camden.

Né le 2 janvier 1938 à Londres, Royaume-Uni, Bailey a abandonné ses études secondaires pour servir dans la Royal Air Force où il a développé un intérêt pour la photographie d’ Henri Cartier-Bresson .

Tornato in Inghilterra, Bailey ha iniziato a lavorare come assistente fotografo di moda di John French. Durante gli anni '60 e '70, l'artista ha attirato l'attenzione della stampa dopo una serie di matrimoni di alto profilo con Jean Shrimpton, Catherine Deneuve e Marie Helvin.

Nel 1965 pubblica il suo primo libro di fotografie Box of Pin-Ups, una raccolta di immagini in bianco e nero che ritraggono Mick Jagger, i Beatles, Twiggy e Andy Warhol, oltre a diverse altre personalità.

David Bailey guarda di nuovo 10

 

Bailey ha poi ricevuto il titolo di Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico dalla regina Elisabetta II e, nel 2016, un premio alla carriera dall'International Center for Photography di New York.

Le fotografie dell'artista sono conservate nelle collezioni della National Portrait Gallery e del Victoria and Albert Museum di Londra. Bailey attualmente vive e lavora a Londra, Regno Unito.

 

L'opinione del Guardian

Pensa alle notti insonni di Mr. Edward Shrimpton, un muratore autodidatta che nel 1960 si comprò una fattoria di 200 acri nel Buckinghamshire e mandò le sue due figlie alla migliore scuola conventuale locale. In primo luogo, il suo primogenito, Jean di 18 anni, si innamora di un uomo sposato, un East Ender, che le ha scattato delle foto "glamour".

 

E come se ciò non bastasse, sua figlia più giovane Chrissie sta uscendo con uno studente universitario la cui unica prospettiva di lavoro remunerativo sembra essere con una band che deve ancora pubblicare un disco. Di fronte alla prospettiva di David Bailey nel suo fienile e di Mick Jagger nella sua camera da letto sul retro, sembra che Edward Shrimpton non sia riuscito a decidere chi puntare per primo il suo fucile.

 

David Bailey Guarda di nuovo 9

Sessant'anni dopo, Jean Shrimpton e Bailey possono ancora evocare l'emozione di quelle prime liaison, in cui è stato creato almeno un'immagine di spirito libero del decennio che seguì.

 

Pour autant qu’ils s’en souviennent, ils n’ont jamais fait d’interview ensemble au cours des années où ils se sont rendus célèbres, alors quand ils s’assoient ici, au cœur des mémoires prévisibles et candides de Bailey, c’est comme s’ils reconstituaient de petits fragments d’un fantasme partagé.

le shooting phare de Vogue à New York, emmenant la mode studio dans la rue, lui apportant des fleurs, et les portant sans gêne, leur premier sexe, sur Littleton Common (« ah oui, je m’en souviens bien »). « Il m’a fallu trois mois pour faire passer ma jambe », se souvient Bailey, pour souligner sa bravoure.

Gran parte di questa storia si legge come un paese straniero nella nostra epoca di censura. C'è molto che potresti pensare di sapere già in questo libro, ma ciò che lo pone al di sopra del familiare sono i segmenti registrati in cui sentiamo Bailey testare la sua memoria contro alcune delle persone a cui è stato più vicino - non solo Shrimpton, ma anche il suo ex mogli, Catherine Deneuve e Marie Helvin, l'attuale moglie, Catherine Dyer, e molti altri amici e amanti.

 

David Bailey guarda di nuovo 7

 

De cette façon, James Fox, le nègre de Bailey, fait de ce qui pourrait être un exercice d’auto-mythologie quelque chose de beaucoup plus brut et surprenant (en ce sens, le livre fait un digne successeur des derniers efforts de Fox en tant que « fantôme » pour Keith Richards’s Life).

Parfois, il laisse libre cours au personnage cockney non reconstruit de Bailey, mais en l’écoutant en compagnie de vieux amis et de vieux amants, nous l’entendons également confronter et examiner certains moteurs plus complexes de sa créativité priapique.

Cela remonte en grande partie à l’enfance du photographe. Fox le sonde et le presse au sujet de sa relation avec ses parents, sa mère en colère et son père capricieux – il était l’accident qui a imposé leur mariage horriblement malheureux – et laisse ce rationnement d’affection en temps de guerre expliquer une partie de l’agitation légendaire de Bailey.

Bailey fait remonter son œil pour la beauté féminine à l’après-midi de 1948 lorsqu’il est allé avec sa mère et sa tante lors de leur voyage annuel dans le West End et à Selfridges pour essayer les robes qu’ils ne pouvaient jamais se permettre, avant de rentrer chez eux pour courir. des versions d’entre eux sur leurs machines à coudre.

In una di queste occasioni, sua madre ha provato un abito in stile Dior e si è voltata davanti alla vetrina del grande magazzino retroilluminata - e Bailey, 9 anni, ha scattato la sua prima foto nella sua testa.

Il a conservé cette image, semble-t-il, même s’il était traité de stupide tous les jours à l’école (il est parti à 14 ans et a reçu un diagnostic de dyslexie à 30 ans) et à travers des emplois qui comprenaient un passage en tant que collecteur de dettes dans l’East End à ses adolescents.

Il était, selon son plus vieil ami, Danny O’Connor, jamais sans «le regard de Bailey» apparemment voir des choses chez les gens – les femmes – qu’ils se voyaient à peine eux-mêmes.

Le regard lui a causé beaucoup d’ennuis, se faisant battre par des voyous locaux, « les garçons Barking », dont il a regardé les petites amies, mais c’était aussi son attirance presque indéfectible. Il n’a jamais douté de ce don. « Ma mère avait l’habitude de dire : ‘Tu finiras comme nous tous, à conduire le bus 101’ », se souvient-il.

« Je me suis dit ‘Je ne le ferais pas.’ » Une grande partie de cette histoire, et une grande partie du comportement qu’elle décrit, se lit comme un pays étranger à notre époque de censure. Comme le dit l’assistant de longue date de Bailey, John Swannell : « Quel que soit le voyage dans lequel il était, il est allé chercher le modèle et 99% du temps, il les a fait craquer. »

 

Non c'è, tra i tanti ex amanti che appaiono in queste pagine, nessun suggerimento che questa attenzione fosse indesiderata. La sottile narrativa di Fox ti consente di vedere com'era attraverso gli occhi di Bailey e a volte ti permette di vedere i bordi di quel mirino.

 


Eric CANTO Fotografo: foto di concerti, ritratti, copertine di album.

Visita il mio portfolio Visita il blog Visita il negozio contattami

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:
The Beatles: Get Back, tout ce que vous devez savoir
The Beatles Get Back 1

Le prochain documentaire "The Beatles: Get Back" réalisé par Peter Jackson offrira un regard révélateur sur le groupe. Voici ce Leggi di più

NIRVANA: la colonna sonora degli anni '90
nirvana

Se gli anni '90 fossero un film, la colonna sonora sarebbe 100 % Nirvana. Ai tempi in cui Kurt Cobain, Leggi di più

GIBSON LES PAUL: 100 ANNI DI MITO
GIBSON-LES-PAUL

Gibson les Paul: la storia di un mito Gibson, probabilmente il marchio di chitarre più iconico al mondo, è un Leggi di più

GOJIRA Fortitude: clip, foto e intervista
gojira fortezza

I metallari esperti potrebbero essere inclini a concordare sul fatto che GOJIRA è una delle cose migliori che siano mai accadute al mondo. Leggi di più

it_ITItaliano