L’histoire de Fender : Fender Stratocaster & Télécaster

Parafango Leone

Clarence Leonidas "Leo" Fender è nato nel 1909 e cresciuto in California. I suoi genitori, Clarence Monte Fender e Harriet Elvira Wood, possedevano un fiorente aranceto situato tra Anaheim e Fullerton, in California. Leo ha mostrato interesse per l'elettronica fai-da-te in tenera età.

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

Suo zio, che gestiva un'officina autoelettrica, ebbe una grande influenza su di lui. Leo era affascinato dalle radio e iniziò rapidamente a ripararle in un piccolo negozio a casa dei suoi genitori.

Dopo essersi diplomato alla Fullerton High School, Leo ha frequentato il Fullerton Junior College dove ha studiato per diventare contabile. Ha continuato a imparare l'elettronica e ad armeggiare con radio e altri dispositivi elettrici. Leo non ha mai avuto una formazione formale in elettronica.
In seguito è diventato un contabile e ha imparato un po' su come gestire un'impresa.

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

Mentre lavorava come contabile, un leader di una band locale chiese a Leo se poteva creare un sistema audio per la band da utilizzare ai balli di Hollywood. Allora non potevi guidare fino al Guitar Center oa Sam Ash. Questi non erano oggetti "fuori dagli schemi" Alla fine è stato assunto per costruire sei di questi sistemi audio.

Leo sposò la sua prima moglie, Esther Klosky nel 1934 e assunse un lavoro di responsabilità presso il California Highway Department a San Luis Obispo.

Tuttavia, la sua posizione di governo è stata eliminata a causa dei tagli. Dopo aver perso un altro lavoro come contabile in un'azienda di pneumatici a causa di un ridimensionamento dopo soli sei mesi, Leo era stufo dei numeri di bilanciamento.

FENDER STRATOCASTER fender telecaster 7

 

Nel 1938, con un prestito di 600 $, Leo ed Esther tornarono a Fullerton e Leo fondò la propria officina di riparazione radio, "Fender Radio Service".

L'inizio della storia di Fender

È qui che inizia la storia. Ha aperto la sua piccola officina per riparare radio, fonografi, amplificatori home audio, sound system e amplificatori per strumenti musicali.

Alla fine degli anni '30, erano tutti basati su tubi a vuoto con i progetti originali basati sulla ricerca sviluppata e rilasciata nel pubblico dominio da Western Electric, che produceva apparecchiature per le compagnie telefoniche.

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

L'attività di vetrina di Leo prevedeva anche la vendita di dischi e il noleggio di sistemi PA autoprogettati.

Leo iniziò a costruire amplificatori basati sui propri progetti o su modifiche di progetti, che riteneva ne avessero migliorato la qualità e l'utilità.

Il Fender Radio Service era uno dei pochi posti nei dintorni di Fullerton in cui acquistare dischi o far riparare una radio.

Leo era un uomo d'affari intelligente e forniva qualsiasi oggetto o dispositivo per la sua piccola impresa che potesse potenzialmente realizzare un profitto.

Musicisti locali e leader di band hanno iniziato a venire a Leo per i sistemi audio, che ha costruito, affittato e venduto.

Visitarono anche il suo negozio per l'amplificazione di chitarre acustiche che cominciavano ad essere usate nelle big band e nel jazz, e per le chitarre elettriche “hawaiane” o “lap steel” che stavano diventando molto popolari.

 

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

Durante la seconda guerra mondiale nei primi anni '40, Leo incontrò Clayton Orr "Doc" Kauffman che era un musicista e formalmente il capo progettista di chitarre elettriche per Rickenbacker, che produceva e vendeva chitarre lap steel da un decennio.

Doc Kauffman inventò e brevettò una delle prime unità di vibrato meccanico, Vibrola (a volte chiamata "Kauffman Vibrola" o "Kaufman vibrato") nel 1935. Divenne rapidamente partner commerciale di Leo e fondarono la K&F Manufacturing Corp per progettare, produrre e commercializzare amplificatori e strumenti elettrici.

K&F iniziò la produzione nel 1945 con chitarre lap steel hawaiane (che incorporavano un pickup brevettato) e amplificatori a valvole (o valvole) venduti in set. Alla fine dell'anno, si convinse che la produzione fosse più redditizia della riparazione e decise invece di concentrarsi su questo business.

È importante rendersi conto che questo era alla fine della grande guerra e Kauffman aveva già visto tentativi falliti di profitto a Rickenbacker. Kauffman non era convinto delle prospettive con Leo e aveva paura di perdere i soldi che aveva ancora.

Kauffman e Fender si separarono all'inizio del 1946. A quel tempo Leo ribattezzò Fender Electric Instrument Company. L'officina di servizio originale rimase aperta fino al 1951, anche se Leo non la supervisionò personalmente dopo il 1947.

Così è nata "Fender" come azienda. Si credeva che una chitarra lap steel personalizzata realizzata nel 1946 per il suo amico Noel Boggs fosse il primo prodotto a presentare l'ormai familiare logo Big "F".

 

 

En 1948, l’ingénieur George Fullerton a été embauché par Leo, commençant un partenariat et une amitié qui dureraient plus de 40 ans. George a travaillé avec Leo sur de nombreux designs de guitares et d’amplis. Il a également joué un rôle important dans la marque en introduisant des couleurs dans les modèles de guitare. Le premier était connu sous le nom de «Fullerton Red» du nom de George Fullerton.

Deux autres personnes qui ont joué un rôle important dans les premiers succès de la marque étaient le musicien / ingénieur produit Freddie Tavares et le génie du marketing Don Randall.

Rickenbacker era il distributore esclusivo delle prime chitarre e amplificatori Hawaiani Lap Steel di Fender. Don Randall ha riunito quello che Doc Kauffman, partner originale di Fender, ha definito "un distributore di vendita diverso da qualsiasi altro al mondo".

Fu Don Randall a suggerire a Leo di progettare una chitarra in stile spagnolo per completare gli acciai in stile hawaiano che Fender vendeva intorno al 1948. Leo iniziò a lavorare sul design.

Nessuno sa quanto Doc Kauffman, Les Paul, Don Randall o la chitarra Merle Travis di Paul Bigsby avessero nel progetto iniziale di Leo della prima chitarra elettrica solid body di Fender.

È probabile che Leo fosse ben consapevole del corpo forte di Bigsby poiché si conoscevano socialmente ed erano entrambi basati in California. Leo non era un chitarrista. Potrebbe essere stato un aspetto negativo, ma probabilmente gli ha permesso di "pensare fuori dagli schemi" in quello che pensava dovesse essere il design della sua chitarra.

Leo ha passato molto tempo a parlare con musicisti country e occidentali locali che conosceva. Ha affittato AP a molti di loro. Fender ha fatto costruire chitarre lap steel per alcuni anni. Leo ha sviluppato una buona idea di ciò che voleva in uno strumento.

Ha stabilito che molti musicisti all'epoca potrebbero aver posseduto una chitarra. Se la chitarra fosse danneggiata o i tasti fossero usurati, le riparazioni sarebbero costose e richiederebbero molto tempo. Se la loro chitarra fosse riparata, non sarebbero in grado di guadagnarsi da vivere. I musicisti che lavorano apprezzerebbero una chitarra economica, facile e veloce da riparare.

Molte piccole combo ora suonavano boogie-woogie, rhythm and blues, western swing e honky-tonk in roadhouse e sale da ballo, cosa che secondo Leo ha creato un crescente bisogno di chitarre più rumorose, meno costose e più durevoli.

Da quando Leo ha noleggiato l'attrezzatura audio, era ben consapevole dei problemi di feedback con le chitarre hollow-body elettrificate. Leo era lì per progettare quella che pensava fosse una chitarra migliore per i musicisti che lavoravano.

Leo poteva guardare qualcosa e discernere immediatamente il modo più semplice per fare tutto ciò che doveva essere fatto ", ha detto Les Paul. “Era un bravo ragazzo onesto che costruiva una chitarra semplice.

 

IL PRIMO PARAFANGO: L'ESQUIRE

LA ESQUIRE

Dopo alcuni prototipi e alcuni test e feedback dei giocatori, quindi possibili miglioramenti, Leo era pronto per lanciare la prima chitarra solid body. La prima chitarra fu l'Esquire 1950, così chiamata perché suonava regale.

L'Esquire aveva un singolo pickup, un fondo scala da 25,5 pollici e nessun truss rod. Il primo mostrato nel catalogo del 1950 era in realtà dipinto di nero con un battipenna bianco.

Immagino che questo si adatti al tema "reale". Anche se la rivista Esquire era popolare all'epoca, nessuno si lamentava del nome. Leo aveva pensato che l'acero rock che usava per le aste sarebbe stato abbastanza forte e che non sarebbe stata necessaria una barra per trazioni.

Questa si è rivelata una falsa partenza poiché alcuni colli avevano problemi di tensione. Probabilmente ne furono realizzati solo una cinquantina. Quello che seguì fu un modello più raffinato.

Nel 1951, Leo offrì la prima chitarra elettrica solid-body in stile spagnolo prodotta in serie, che aveva due pickup e un truss rod. Uno dei problemi era che i primi preordini erano in realtà per l'unico ritiro Esquire, che era un po' più economico da fare.

La soluzione è stata quindi quella di dare un nuovo nome al nuovo modello a due pickup e terminare il modello Esquire a un pickup. La radio era un re in quel momento e Leo era un riparatore di radio, quindi il nome rifletteva questo, come veniva chiamato l'emittente.

Le diffuseur a été présenté au public par la marque en 1951, avec un prix de 169,95 $ plus 39,95 $ pour le cas. Doté de l’ajout d’une tige de truss réglable et a été la première guitare  officiellement publiée avec 2 micros (bien que certains Esquires de transition à 2 micros existent).

MA fu di breve durata... il nome fu presto cambiato. Si stima che siano stati costruiti da 50 a 500 diffusori, anche se la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che probabilmente non sono stati prodotti più di 200 strumenti nei circa sei mesi in cui è stato utilizzato il nome dell'emittente.

 

CONTATTO PARAFANGO DI GRETSCH

Quasi immediatamente, Fender è stata contattata dalla Gretsch Company di Brooklyn, New York tramite telegramma. Gretsch ha informato Fender che avevano un marchio registrato sul nome, Broadkaster, che è stato utilizzato per i loro tamburi.

la marque étant une jeune entreprise, a reconnu ce dilemme et savait qu’elle avait besoin d’un changement de nom rapide. Leo  était un gars qui a vécu la Grande Dépression et qui était assez frugal.

Quindi, per risparmiare denaro e non rallentare la produzione, ha chiesto agli operai della fabbrica di tagliare semplicemente Broadcaster dalle decalcomanie per far sì che la chitarra dicesse solo Fender. I collezionisti hanno poi soprannominato queste chitarre "senza ruote".

Fender Champion Lap Steels, che Leo stava realizzando già nel 1948, condivideva molti spunti di design per la Broadcaster. I primi pickup alla testa della Fender Broadcaster erano identici al Champion Lap Steel.

Non è raro trovare molti campioni vintage di Lap Steel privi dei loro pickup, manopole o pentole originali poiché i giocatori possono acquistarli dai banchi dei pegni a basso costo dopo la fine degli anni '60.

 

LA FENDER TELECASTER

Presto la chitarra fu ribattezzata. Molte persone stavano acquistando televisori per la prima volta, quindi il nome scelto era Telecaster. Con la Telecaster, Leo voleva cambiare per sempre il mondo della chitarra.

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

La Fender Telecaster era una chitarra completamente solida con un manico in acero rock bolt on. L'idea era che se i tasti erano usurati o il manico danneggiato, si poteva sostituire il manico con uno nuovo con quattro viti.

 

LA CARROZZERIA DELLA FENDER TELECASTER

Il corpo era in frassino, dopo che Fender aveva provato altri legni. I corpi del prototipo erano fatti di pino, ma si ammaccavano facilmente poiché il pino è un legno tenero. Probabilmente è stato utilizzato il frassino in quanto è un legno più duro che ha una bella grana che potrebbe mostrare attraverso la finitura ed è stato facile da acquisire.

Il corpo è stato predisposto per i pickup e la piastra di controllo che potrebbe facilmente consentire l'accesso alle parti elettroniche. La Telecaster era una chitarra solida che poteva essere usata per fermare una rissa da bar e rimanere comunque sintonizzata!

Una volta introdotta la Telecaster, l'Esquire è diventata una versione a basso costo. È arrivato con un pickup, ma la maggior parte aveva il corpo instradato per due pickup e coperto dal battipenna.

 

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

 

Il giocatore può sempre aggiungere un secondo ritiro in seguito, se lo desidera. Le vendite dell'Esquire alla fine sono diminuite e il modello è stato interrotto nel 1969. Tuttavia è stato ristampato più volte.

Alcuni potrebbero chiedersi chi abbia creato la prima chitarra elettrica solid body.

Quello che sappiamo per certo è che Leo ha drasticamente migliorato i modelli precedenti che potevano essere prodotti in serie e non richiedevano un liutaio altamente qualificato per essere costruiti.

Leo voleva produrre in serie queste chitarre e ha costruito una fabbrica per realizzarlo.

Altri costruttori, come Paul Bigsby, non avevano desideri di fabbrica e realizzavano solo chitarre artigianali. Una delle principali differenze tra Bigsby e Fender erano i loro modelli di business.

Leo, aveva una fabbrica con dipendenti da incontrare. Questo sicuramente ha aiutato a dettare come è stata progettata e costruita la Telecaster.

LA TELECASTER « HOMEMADE »

la marque a fabriqué la plupart des pièces de la  Telecaster dans sa propre usine. Une bonne partie du génie de Leo était de pouvoir «outiller» l’usine et de concevoir le processus de construction en utilisant une main-d’œuvre locale.

Il n’y avait pas de «maîtres constructeurs» chez la marque à l’époque. La plupart des travailleurs de l’usine étaient des femmes et des travailleurs migrants formés à l’intérieur de l’usine. Leo a conclu un accord avec VC Squier Company pour fournir des cordes pour ses nouvelles guitares électriques vers 1950.

Jimmy Bryant è stato uno dei primi sostenitori della Telecaster. Era un grande musicista country che era molto popolare con Speedy West (su pedal steel che in realtà era fatto su misura da Paul Bigsby).

Jimmy è stato uno dei primi guitar hero e altri musicisti erano molto interessati a questa nuova chitarra Fender che stava suonando. Jimmy Bryant è stato utilizzato nelle prime pubblicazioni di vendita.

La  Telecaster qui avait l’air un peu rudimentaire, par rapport aux guitares traditionnelles, s’appelait de nombreux noms, comme la pagaie de canoë, la planche, etc. Cependant, la Telecaster était un succès à peu près depuis le début, mais Leo ne s’est pas arrêté là.

I primi Esquire, Broadcaster, "no-caster" e Telecaster sono conosciuti come Blackguards perché condividevano tutti un battipenna nero dal 1950 al 1954. Alla fine del 1954, la Telecaster divenne Whiteguard.

 

LA PRECISION BASS

LEO FENDER INVENTA IL PRIMO BASSO ELETTRICO

Nel 1951, Leo inventò il primo basso elettrico solid body prodotto in serie, il Precision Bass (P-Bass) con scala da 34 pollici.

Leo capiva i problemi affrontati dai contrabbassisti acustici, che non potevano più competere per il volume con altri musicisti. Trasportare un grande basso per cani non è stato un compito facile in quanto sono grandi e ingombranti.

Il Precision Bass è stato chiamato per riflettere il fatto che era fretted e permetteva ai bassisti di suonare con "precisione".

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

LEO FENDER INVENTE LE  BASSMAN

la marque a également présenté un amplificateur de basse, le Bassman, un amplificateur de 25 watts avec un haut-parleur de 15 ″ (plus tard mis à jour à 45 watts et quatre haut-parleurs de 10 ″ et souvent adopté par les guitaristes).

Questo primo successo ha sicuramente attirato l'attenzione di Gibson. Gibson aveva passato l'idea delle chitarre elettriche solid body, ma presto si rese conto che dovevano reagire rapidamente. La chiamata per nome non avrebbe più importanza.

Gibson ha contattato Les Paul, che da diversi anni cercava di acquistare l'idea della chitarra solid body. Les Paul era un giocatore di prim'ordine con record di successo.

Gibson ha introdotto la chitarra solid body Les Paul Gold Top del 1952 nel 1952. Questo accordo di sponsorizzazione con Les Paul è stato uno dei contratti più lunghi e di maggior successo nel mondo della chitarra.

 

Les Paul aveva mostrato a Gibson il suo "tronco" creato da un pezzo di legno massiccio 4X4 a cui erano state aggiunte "ali" da un corpo di chitarra standard archtop per creare una forma riconoscibile di chitarra che aveva in mente. primi anni '40.

OW Appleton ha anche rilasciato la sua chitarra APP su Gibson nel 1943 che assomiglia molto a una delle prime Gibson Les Paul. Gibson non aveva alcun interesse per una chitarra solid body. Dopo la Fender Telecaster, Gibson ha finalmente dovuto prendere sul serio le chitarre solid body.

 

LA STRATOCASTER

En 1954, la marque a répondu avec un tout nouveau design qui, selon Leo , remplacerait la Telecaster. La Stratocaster a été conçue par Leo , Bill Carson, George Fullerton et Freddie Tavares.

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

Freddie Tavares (che ha anche aiutato a progettare il classico amplificatore Bassman). Tavares era un talentuoso musicista e inventore hawaiano che in effetti ha suonato il lap steel swoop all'inizio del tema dei Looney Tunes.

Era un buon chitarrista e virtuoso della chitarra d'acciaio, suonando diverse centinaia di sessioni di registrazione, programmi radiofonici e colonne sonore di film prima di lavorare per Leo.

FENDER STRATOCASTER PRIMA CHITARRA AD AVERE 3 PICKUP

La Stratocaster aveva un'esclusiva forma del corpo dell'era spaziale "a doppia spalla mancante" che presentava i contorni del corpo per il comfort del giocatore ed era ben bilanciata. La Fender Stratocaster è stata la prima chitarra a presentare tre pickup e un sistema tremolo a molla.

FENDER STRATOCASTER fender telecaster 10

Il sistema tremolo è in realtà un nome errato perché in realtà è un vibrato (in seguito chiamato vibrato il tremolo sui loro amplificatori). I doppi cutaway della Stratocaster hanno reso più facile per i musicisti accedere a posizioni più alte sul collo.

Il nuovo tremolo a molla manterrebbe la chitarra relativamente liscia quando utilizzata. La Fender Stratocaster è ancora la chitarra elettrica più popolare e copiata al mondo.

Il vibrato è un effetto di modulazione che varia l'intonazione. Anche il tremolo è un effetto di modulazione, ma utilizza un'ampiezza o un volume variabili del segnale.

Quindi tecnicamente il "braccio del tremolo" della tua chitarra è un vibrato che varia il tono delle corde e il vibrato come viene chiamato su alcuni amplificatori, è in realtà un tremolo che varia il volume del segnale amplificato.

I veri effetti "vibrato" possono essere trovati su alcuni pedali e processori di effetti, ma raramente incorporati negli amplificatori. Il tremolo cambia il segnale elettronicamente, quindi non è quello che trovi sulla tua chitarra che utilizza un sistema di corde meccanico per cambiare il tono.

 

I PRIMI GIOCATORI DELLA FENDER STRATOCASTER

I primi giocatori di Stratocaster che hanno contribuito a spingere questo modello per Fender sono stati Buddy Holly, Dick Dale e Hank Marvin of the Shadows (gruppo che originariamente supportava Cliff Richard) che ha suonato una delle prime Stratocaster introdotte in Gran Bretagna.

En 1965, George Harrison et John Lennon ont acquis  Stratocasters et les ont utilisés pour Help !, Rubber Soul et des sessions d’enregistrement ultérieures; le solo de guitare à double unisson sur «Nowhere Man» est joué par Harrison et Lennon sur leur Sonic Blue Stratocasters.

Tuttavia, i Beatles non stavano suonando dal vivo in quel momento, quindi poche persone sapevano che Strats era in studio. Fu in seguito che George Harrison trasformò la sua Sonic Blue Stratocaster nell'iconica chitarra Rocky quando dipinse la sua.

La  Stratocaster dispose de trois micros à simple bobinage, avec la sortie sélectionnée à l’origine avec un commutateur à 3 voies (comme le commutateur de la Telecaster).

 

FENDER STRATOCASTER, FENDER TELECASTER

 

Il musicista scoprì rapidamente che bloccando una scatola di fiammiferi o un altro oggetto nell'interruttore, potevano ottenere suoni diversi tra la 1a e la 2a posizione (potevano essere selezionati i pickup al ponte e al centro), e allo stesso modo, i pickup al collo e al centro potevano essere selezionati tra la 2° e la 3° posizione.

Ceci est devenu connu sous le nom de ton charlatan Stratocaster. En 1977,la marque a finalement ajouté un sélecteur à 5 positions facilitant ces combinaisons de micros.

Il tono "ciarlatano" dei pickup centrale e al ponte è stato reso popolare da musicisti come David Gilmour, Rory Gallagher, Mark Knopfler, Bob Dylan, Scott Thurston, Ronnie Wood, Ed King, Eric Clapton e Robert Cray.

Avec toutes ces innovations et améliorations, Leo s’était attendu à ce que la  Stratocaster remplace totalement la  Telecaster, qui paraissait grossière en comparaison.

Surnommé «la planche», c’était une hypothèse décente. Mais les joueurs tout en acceptant grandement la  Stratocaster voulaient toujours des téléviseurs et ils étaient très demandés. Depuis, la Telecaster et la Stratocaster sont en production constante.

Fin 1954, a apporté une Telecaster mise à jour. Cela a commencé ce qui a été connu comme l’ère de la garde blanche.

FENDER STRATOCASTER Fender Telecaster 18

 

Des artistes country comme Buck Owens, Don Rich, Merle Haggard, Waylon Jennings, Luther Perkins, Marty Stuart et Roy Nichols ont joué presque exclusivement à  Telecasters pendant les années 1960.

Buck Owens e Don Rich sono stati visti in programmi TV come Hee Haw e The Buck Owens Show regolarmente in onda su scintillanti emittenti personalizzate costruite da Fender.

Anche gli artisti rock e blues adoravano la Fender Telecaster. Giocatori come Jimmy Page, Keith Richards, Jeff Beck, Bruce Springsteen, Chrissie Hynde, Andy Summers, Nancy Wilson, Mike Bloomfield, Muddy Waters e Albert Collins si sono esibiti su Fender Telecaster.

Il B-Bender è stato inventato nel 1968 dai musicisti Gene Parsons e Clarence White di Nashville West e The Byrds. Gene Parsons, batterista e meccanico, ha lavorato con Clarence White per trasformare il suo Fender Telecaster del 1954.

Hanno aggiunto un meccanismo di trazione delle corde in modo che premendo sulla tracolla della chitarra, la corda del SI potesse essere alzata di un intero tono (da Si a Do diesis). Dopo la prematura morte di Clarence, la sua chitarra fu acquistata da Marty Stuart come sua chitarra numero uno.

Le chitarre Fender Musicmaster e Duo-Sonic furono introdotte nel 1956 come modelli per studenti. Questi modelli sono stati richiesti dal reparto vendite Fender.

Entrambi i modelli presentavano un manico in acero imbullonato con una scala più corta che era considerato ideale per i giovani chitarristi principianti e altri musicisti con mani più piccole. Il Musicmaster e il Duo-Sonic avevano una lunghezza della scala di 22,5 pollici e 21 tasti.

 

LA  JAZZ MASTER

LA  JAZZMASTER UN CORPS HAUT DI GAMMA

En 1958, la marque a présenté la Jazzmaster, un corps solide haut de gamme qui était à l’origine destiné aux joueurs de jazz. La conception décalée facilitait le jeu de la guitare assis.

C’était la première guitare de la marque à avoir une touche en palissandre et aussi la première à avoir une tête plus grande. Les micros comportaient des micros à simple bobinage de style plat plus gros (un peu comme un P-90) avec une électronique unique pour permettre la polyvalence des sons.

Leo si aspettava totalmente che la Jazzmaster sostituisse la Fender Stratocaster con la sua nuova forma del corpo e il tremolo galleggiante di nuova concezione. Era la chitarra più costosa di Fender fino ad oggi.

Il Jazzmaster, non ha mai raggiunto il suo target di musicisti jazz. Invece, è diventato rapidamente uno strumento amato dai surfisti.

 

 

LA F JAGUAR

La Jaguar a été introduit en 1962. Doté d’une échelle de 24 pouces (la plupart des guitares Fender ont une échelle de 25,5 pouces). La Jaguar est rapidement devenue populaire auprès des groupes de surf en vogue.

Les micros ressemblent plus à une Strat, mais étaient mieux protégés pour moins de ronflement. Il partageait un corps offset et une commutation électronique similaires. la marque a également présenté les guitares Duo-Sonic et Mustang.

Queste due chitarre offset non hanno mai avuto tanto successo quanto la Fender Telecaster e la Fender Stratocaster. Soprattutto dopo che Jimi Hendrix ha spinto la Fender Stratocaster nella Stratosfera alla fine degli anni '60. La Fender Stratocaster di Fender è stata il modello preferito di chitarristi virtuosi come Eric Clapton, Buddy Guy, Jeff Beck, Bonnie Raitt, David Gilmour e Stevie Ray Vaughan.

L'immagine visiva più duratura di Jimi Hendrix è il suo successo al Monterey Pop Festival del 1967 quando accese la sua Fender Stratocaster in fiamme e si inginocchiò dietro di essa, facendo salire le fiamme più alte.

Tuttavia, queste chitarre offset Fender hanno trovato un pubblico completamente nuovo con i rocker Indy, Garage e Punk quando hanno iniziato a suonare queste chitarre Fender originali e insolite.

Jazzmaster e Jaguar erano chitarre ben costruite e di qualità che potevano essere acquistate a prezzi abbastanza bassi in quanto non c'era molto mercato vintage per queste chitarre dalla fine degli anni '70 agli anni '80.

Una volta che giocatori come Ric Ocasek dei The Cars, Tom Verlaine dei Television ed Elvis Costello hanno colpito alla grande con l'iconico Jazzmaster, i prezzi vintage hanno iniziato a salire.

Trovare un modello vintage in buone condizioni ad un prezzo accessibile è diventato abbastanza difficile. Ciò ha spinto Fender a portare le ristampe.

En 1960, la marque a introduit une nouvelle basse, un «modèle de luxe» de la Precision Bass. Ce modèle comprenait des caractéristiques qui, selon Leo, plairaient aux musiciens de jazz (comme le ferait sa guitare Jazzmaster).

Il nuovo Jazz Bass aveva un manico più sottile e il corpo era meno simmetrico rispetto al Precision, più simile alle chitarre Jazzmaster e Jaguar recentemente introdotte.

I due pickup opposti al pickup single split sul Precision Bass standard gli davano un suono completamente diverso.

LA  MUSTANG

En 1964, à la suite de la sortie de la nouvelle Mustang, le Musicmaster et le Duo-Sonic ont été redessinés en utilisant des ébauches de cou et de corps Mustang. Le corps de la Mustang était plus grand et légèrement décalé.

parafango classico 65 mustang 126911

 

 

Ces modèles étaient désormais proposés en 22 frettes avec une échelle de 24 pouces. Une échelle de 24 pouces est la même que la  Jaguar mais un pouce et demi plus courte que la  Stratocaster et la r Telecaster (échelle de 25,5 pouces) et trois quarts de pouce plus courte que la Gibson Les Paul. La guitare  Mustang a été abandonnée en 1982.

La gamma corta della Fender Mustang, combinata con un braccio tremolo unico ed estremamente diretto, avrebbe reso la Mustang una chitarra cult negli anni '90. Come la Jazzmaster e la Jaguar, questi modelli erano economici negli anni '80 e potevano essere trovati nei banchi dei pegni . Dopo essere stata rilevata da giocatori come Kurt Cobain, i prezzi vintage sono aumentati e c'era di nuovo la domanda per la Mustang. Fender ha ristampato la Mustang negli anni '90.

Nel 2012, Fender ha rilasciato una Mustang firmata Kurt Cobain. Questo modello è basato sulle Mustang modificate di Kurt che ha suonato durante il tour di In Utero.

En 1966, Fender a publié la Mustang Bass. Un nouveau corps de basse a été conçu pour cela avec un style de corps décalé similaire à celui de la guitare Mustang, et une échelle courte (30 pouces) a été utilisée.

 

parafango kurt cobain mustang 142980

Una Telecaster FENDER ancora molto popolare

La Fender Telecaster è così popolare come molti credono, "Leo ha capito bene la prima volta. »Giocatori come Vince Gill, Jeff Beck, James Burton, Brad Paisley, Mike Campbell, Tom Petty, Steve Cropper, Jim Weider, Jim Campilongo, Muddy Waters, Brent Mason, Luther Perkins, Jimmy Page, Keith Richards, Mart Stuart, Arlen Roth , Keith Urban, Chrissie Hynde, Johnny Hiland, Nancy Wilson, Merle Haggard, Waylon Jennings, Sheryl Crow, Mike Stern, Joe Strummer, Jerry Reed e John 5 hanno interpretato emittenti per la maggior parte della loro carriera.

 

Le cœur de la gamme d’instruments de Fender – la Telecaster (1950), la  Stratocaster (1954), la  Jazzmaster (1958), la Jaguar (1962), la Mustang (1964), la Precision Bass (1951) et la Jazz Bass (1960) – reste en grande partie inchangée par rapport à la originaux. De nombreuses variantes à différents prix sont disponibles chez Fender et ces modèles ont également inspiré de nombreux autres fabricants pour leurs «prises» sur ces modèles classiques.

Con l'introduzione delle sue nuove chitarre della serie American Vintage, Fender offre riproduzioni fedeli dei classici Fender che sembrano, si sentono, suonano e suonano il più vicino possibile ai modelli originali. Rappresentano ciò che Fender oggi pensa che fossero quei modelli classici quando erano nuovi e Leo gestiva ancora l'attività.

 

AMPLIFICATORI FENDER

LES AMPLIS HAUT DE GAMME

Fender essendo un'azienda che costruisce amplificatori per abbinare le loro chitarre è stata una parte importante del loro primo successo. Cos'è una chitarra elettrica senza un buon amplificatore comunque? Leo lo ha capito fin dall'inizio. Fender ha costruito amplificatori robusti e che suonavano alla grande fin dall'inizio.

I militari hanno dimostrato durante la seconda guerra mondiale che i circuiti elettrici dovevano essere robusti. Leo era un bravo studente di progettazione di circuiti e capì che i musicisti itineranti avevano bisogno di amplificatori che fossero costruiti bene e che non si rompessero per strada.

Nel 1946, Fender progettò e iniziò a produrre Deluxe, Professional e Dual Professional, nonché Princeston, un amplificatore per esercitazioni da 4 watt.

 

FENDER STRATOCASTER parafango telecaster 5

Crescendo da 18 a 45 watt, sono di gran lunga gli amplificatori più potenti prodotti commercialmente. Con un pesante telaio in acciaio, piastre di controllo cromate e spessi alloggiamenti in pino ricoperti di tessuto di tweed, questi amplificatori erano estremamente robusti. Hanno incontrato i musicisti abbastanza rapidamente.

Le auto Woody erano in voga tra gli anni '30 e '40. Leo, che è molto appassionato di auto, potrebbe averlo ispirato con il design dell'amplificatore legnoso o potrebbe semplicemente essere che il legno non sia stato ancora pensato. Anche le radio assomigliavano molto ai mobili di allora.

FENDER TWEED

Fender Tweed utilizzato per la prima volta sugli amplificatori dal 1946 al 1960 - Rivestito con lo stesso tipo di tessuto "tweed" utilizzato all'epoca per le valigie.

I primi cabinet avevano aperture per altoparlanti relativamente piccole e ad angolo arrotondato, chiamate "facciate TV"; furono sostituiti nel 1953 da "pannelli larghi" superiori e inferiori e quelli del 1955 da "pannelli stretti".

La linea di amplificatori in tweed originale includeva i modelli Champion/Champ, Princeton, Deluxe, Professional/Pro e Super. Gli anni '50 videro l'aggiunta di Bassman (1952), Bandmaster and Twin (1953), Tremolux e Harvard (1955) e Vibrolux (1956).

FENDER STRATOCASTER parafango telecaster 17

Nel 1948, Fender iniziò la serie di amplificatori per esercitazioni "Champion", che alla fine fu chiamata "The Champ" e divenne uno degli amplificatori più popolari mai costruiti. Il Champ aveva la potenza di uscita più bassa e il circuito più semplice di qualsiasi amplificatore a valvole Fender. Il Champ aveva solo una valvola di potenza. Fender lo ha commercializzato come amplificatore per studenti e pratica, ma i suoi tre o quattro watt e i circuiti semplici e di buon suono hanno reso il Champ popolare negli studi di registrazione.

All'altro capo della linea, il Twin arrivò ad utilizzare quattro tubi da 6L6 o 5881 watt per produrre 50, e più tardi un enorme (per l'epoca) 75 watt.

 

IL FENDER BASSMAN

Il Fender Bassman del 1952 è stato progettato come amplificatore per basso per accompagnare il nuovo Fender Precision Bass. Fu presto scoperto dai chitarristi come un eccellente amplificatore per chitarra.

Quindi, come alcuni altri modelli progettati da Fender, ha trovato un pubblico più ampio e diverso. Il Bassman è SEMPRE un amplificatore per chitarra ricercato con alcuni musicisti che lo ritengono il migliore in assoluto.

 

bassman pro 800 testa 800w 4 ohm nero argento 2016 600 7 107542

È interessante notare che Leo stava cercando gli amplificatori più puliti, puri e affidabili che potesse produrre. Praticamente lo ha fatto, ma i musicisti hanno presto scoperto che saturando questi amplificatori valvolari puri, venivano prodotti crunch e distorsione.

Non era certo questa l'intenzione delle prime creazioni di Leo. Alla fine, le armoniche e la distorsione iniziarono a farsi strada nella musica popolare. Questo ovviamente ha cambiato tutto!

Nel 1952 il Bassman fu introdotto come amplificatore combo con un altoparlante da quindici pollici (1 × 15), ma nel 1955 acquisì la sua classica configurazione di altoparlanti 4 × 10 ″. Considerato uno dei migliori e più puri amplificatori Fender mai costruiti da alcuni musicisti, Ask Brian Setzer...

La serie Fender Brownface è stata introdotta nel 1959 e interrotta nel 1963 - Fender è passata dai rivestimenti Tweed ai rivestimenti Tolex per i nuovi amplificatori "brownface", così chiamati per i loro pannelli di controllo marroni montati frontalmente.

Fender ha effettivamente prodotto amplificatori biondi e marroni tra il 1960 e il 1964, con una revisione completa di circuiti, cabinet e layout di controllo.

* In questo periodo, Fender ha introdotto Concert, Vibrasonic, Showman e Vibroverb - e un nuovissimo Princeton. Gli amplificatori Fender Blonde sono stati prodotti tra il 1960 e il 1964.

Gli amplificatori Fender Blonde avevano una testata completamente nuova e un design piggyback (il Tremolux, Bassman, Showman e Bandmaster) così come alcuni amplificatori combo tra cui il Vibrasonic top di gamma.

La maggior parte delle combo erano marroni, ad eccezione delle successive Twins, che Fender cambiò da marrone a bionda nel 1961, e la Champ, che mantenne il suo tweed fino al 1964. Presentavano due colori di panni per grigliate: manzo e mais.

La generazione Brownface includeva circuiti tremolo sulla maggior parte dei modelli e introduceva il riverbero a molla come unità separata e nel Vibroverb.

Fender iniziò anche a utilizzare gli altoparlanti Oxford, Utah e CTS in modo intercambiabile con i Jensens. Jensens e Oxford sono rimasti i più comuni durante questo periodo. In generale, usavano l'altoparlante che potevano ottenere in modo più economico e facile.

 

Alla fine del 1963, alcuni amplificatori Fender passarono ai primi pannelli Blackface. Altri modelli di amplificatori del 1963, in particolare il Vibroverb, che fu il primo amplificatore Fender con riverbero incorporato, rimasero marroni.

Fender offriva ancora gli amplificatori da 4 watt a 85, ma la differenza di volume era maggiore, grazie al tono migliorato e nitido dell'85w Twin.

Gli amplificatori Fender Blackface sono stati prodotti tra il 1964 e il 1967, passando a un rivestimento Tolex nero, una griglia in tessuto argentato e un pannello di controllo nero. I primi amplificatori piggyback blackface (così come il Princeton) avevano manopole bianche. Dopo il 1964, gli amplificatori hanno bypassato le manopole nere.

En 1964, la marque a changé le trémolo du complexe «vibrato harmonique» à un circuit plus simple et moins coûteux basé sur un coupleur optique, qui ne nécessitait que la moitié d’un tube à double triode 12AX7. Toujours à l’ère du blackface, ils ont ajouté des versions de réverbération interne de plusieurs amplis populaires, y compris le Princeton Reverb, Deluxe Reverb, Super Reverb, Pro Reverb, Twin Reverb et Showman Reverb.

la marque a arrêté les cosmétiques blackface à la fin de 1967. Ils les ont ramenés pendant une brève période en 1981, et les ont à nouveau interrompus l’année suivante. Ces amplis blackface sont à nouveau disponibles en réédition et certains estiment qu’ils sont les meilleurs amplis jamais fabriqués.

Randall Smith, fondatore di Mesa / Boogie Amplifiers, ha notato che gli amplificatori Blackface avevano un "suono più pulito" rispetto alle versioni precedenti, il che lo ha ispirato a creare amplificatori "più sporchi".

 

AMPLIFICATORI FENDER SILVERFACE

Gli amplificatori Fender Silverface sono stati costruiti tra il 1967 e il 1981 - i primi amplificatori Fender Silverface quando Blackface è passata con il nuovo imprenditore di Fender, i CBS sono talvolta indicati come amplificatori a goccia.

 

parafango-silverface

parafango-silverface

 

Il bordo a goccia è in realtà un pezzo di rivestimento in alluminio che è attaccato ai bordi della griglia anteriore su alcuni dei primi amplificatori Fender Silverface, come una sottile "cornice" di alluminio attorno al tessuto della griglia. Fender ha abbandonato l'assetto dopo i primi due anni. Quindi è un modo semplice per identificare un primo amplificatore Silverface.

Gli amplificatori Silverface Fender hanno subito modifiche su alcuni modelli più che su altri.

Ad esempio, le combo Twin Reverb e Super Reverb, così come le teste piggyback Dual Showman Reverb e Bandmaster Reverb erano dotate di un controllo del volume principale.

Altri modelli, come il Deluxe Reverb, non sono stati cambiati molto tranne che per modifiche estetiche.

Sempre durante questo periodo, Fender ha introdotto i suoi primi amplificatori a transistor a stato solido. La CBS ora al timone ha speso un'enorme quantità di tempo e denaro per prepararsi a quello che credevano essere il futuro degli amplificatori per strumenti.

Chi potrebbe biasimarli dato che le valvole a valvole oa vuoto erano in circolazione dai primi anni 1930. Gli amplificatori a stato solido sembravano offrire amplificatori più economici, più robusti e di migliore qualità. Ma come ora sappiamo, non è andata proprio così.

Uno dei motivi è che i primi amplificatori a stato solido non si deformavano come un amplificatore valvolare, tendevano a suonare aspri e non producevano le belle armoniche a cui erano abituati i musicisti quando venivano spinti a volumi più alti. .

Inoltre, non erano affidabili come previsto e ripararne uno sulla strada era difficile. Ancora oggi, gli amplificatori valvolari per chitarra sono molto popolari.

I primi amplificatori a stato solido di Fender furono introdotti nel 1966. A quel tempo, erano la linea "ammiraglia" dell'azienda e miravano a rendere obsoleti i progetti di valvole.

Agli amplificatori sono stati dati i nomi dei modelli Fender tradizionali, i primi tra cui "Dual Showman", "Twin Reverb" e "Bassman". Gli altri prodotti della gamma erano la “Solid-State Reverb Unit” e il “Solid-State Public-Address System”.

Nel 1967 seguirono gli amplificatori "Super Reverb", "Pro Reverb", "Vibrolux Reverb" e "Deluxe Reverb". Nel 1969 furono introdotti altri amplificatori a transistor, tra cui la serie "Zodiac" e il sistema Super Showman.

 

I primi amplificatori a stato solido di Fender furono oggetto di una massiccia campagna di marketing, ma alla fine si rivelarono un grave disastro.

La produzione sciatta, le prime concezioni della tecnologia dei semiconduttori fallirono a causa di problemi termici dovuti a un raffreddamento insufficiente e la generale mancanza di conoscenza sui poteri "sicuri" dei transistor causava molti problemi.

A causa della pessima reputazione degli amplificatori a stato solido, l'intera linea a stato solido fu chiusa nel 1971. La brutta esperienza tenne Fender lontana dalla tecnologia degli amplificatori a stato solido per i successivi dieci anni.

 

Après l’ère Silverface, la marque a trouvé le marché rempli de concurrence qui avait renforcé la conception d’amplificateurs de guitare à un énorme groupe de joueurs en manque. La musique avait radicalement changé, les sons forts et distordus dominaient la radio.

Mesa-Boogie ha iniziato modificando piccoli amplificatori Fender in combo molto più potenti in grado di produrre fantastici toni sporchi. Marshall aveva copiato il primo circuito Fender Bassman nel Regno Unito, per soddisfare i propri clienti locali con un amplificatore più grande e più potente. Marshall era ovunque adesso.

la marque a constaté que de nombreux guitaristes étaient moins intéressés par les amplis country «propres» et souhaitaient désormais des commandes de tonalité plus polyvalentes et, peut-être plus important encore, une plus grande quantité de distorsion.

la marque a rapidement ramené des amplis blackface qui ont essayé de répondre à certains de ces besoins. Certains de ces amplis étaient vendus à la même époque que les amplis à face argentée.

Les amplificateurs de la série II ont été produits de 1982 à 1986 – L’ère Paul Rivera a vu les derniers amplis de la marquefabriqués à Fullerton. Paul Rivera était alors directeur marketing (avant de fonder seul Rivera Amps).

Certains amplificateurs de la série tels que le Deluxe Reverb II et le Twin Reverb II. Beaucoup de ces amplis avaient le son clair normal de la marque et en plus un canal de gain à voix moyenne «commutable», conçu pour rivaliser avec les amplis de la série Mesa Boogie Mark Series qui avaient gagné en popularité. y compris à nouveau le Yale Reverb, le Studio Lead, le Stage Lead, le London Reverb, le Montreux et un numéro à semi-conducteurs du Showman.

 

AMPLIFICATORI A MANOPOLA ROSSA

Gli amplificatori Red Knob sono stati prodotti dal 1987 al 1993, così chiamati per le loro manopole di controllo rosso brillante con pannelli di controllo neri con lettere bianche. Gli amplificatori Red Knob, con i loro canali ad alto guadagno, avevano il loro suono, non molto simile ai vecchi modelli classici Blackface e Silverface.

En 1996, la plupart des fabricants d’amplificateurs Fender ont déménagé à l’usine Ensenada au Mexique. Aujourd’hui, la plupart des amplificateurs de la marque (et d’autres marques produites en série) utilisent tous des circuits imprimés.

Non vengono eseguite schede torretta antiquate o cablaggi punto-punto, rendendo gli amplificatori a valvole molto più difficili da riparare. Ciò rende gli amplificatori più facili, veloci ed economici da produrre. Molti giocatori credono anche che cambi il suono.

Gli amplificatori Fender sono probabilmente i circuiti più copiati dai produttori di amplificatori per bouquet. Molti di loro usano gli schemi di cablaggio punto-punto vecchio stile senza alcun circuito stampato utilizzato.

Molti produttori di bouquet aggiungono le proprie modifiche e "prende" ai design classici. Questi amplificatori ti costeranno molto di più, ma esiste un mercato attivo per questo prodotto di qualità.

Come con le chitarre Fender, ciò che è vecchio è di nuovo nuovo con ristampe poiché questi design classici sembrano non passare mai di moda con i musicisti. Queste riedizioni dei classici amplificatori Fender non sono cloni, ma sono piuttosto popolari.

 

PARAFANGO DEI NOSTRI GIORNI

Nel 2007, Fender ha annunciato l'acquisizione di Kaman Music Corporation, proprietaria degli amplificatori Hamer Guitars, Latin Percussion, Toca, Ovation e Genz Benz, così come molti altri, e distributore esclusivo dei piatti Sabian e Takamine Guitars.

Aujourd’hui, les marques Fender incluent également des amplis Gretsch, EVH, Jackson, Squire, Chavel, Olympia, Orpheum, Tacoma Guitars et Brand X. la marque a vendu certaines de ces sociétés et actifs.

la marque est devenu l’un des principaux fabricants mondiaux de guitares et d’amplis en répondant aux besoins des musiciens et en créant des produits de qualité.

 


 

Eric CANTO Fotografo: foto di concerti, ritratti, copertine di album.

 

Visita il mio portfolio Visita il blog Visita il negozio contattami

 


 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:
Guns n roses : 30 ans de rock’n roll
Guns N Roses 2

À une époque où la pop était dominée par la musique de danse et le pop-métal, Guns N' Roses a Leggi di più

BEST magazine: le retour !

Best magazine: David Swaelens-Kane, qui avait racheté le magazine « Photo » et la licence de la marque Playboy pour Leggi di più

Photographie livre: Les Meilleurs livres des 20 dernières années
Jean-Marie Perier

Photographie livre : Une image dit mille mots dans toutes les langues à la fois, sans jamais produire de son. Leggi di più

Le guide de la photographie de concert
The bloody Beetroots Dj Set - Le Rockstore Montpellier (2)

Comment commencer la photographie de concert ? Pour faire de la photographie de concert, vous voudrez commencer par photographier de Leggi di più

it_ITItaliano
Visita il negozio