ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA : l'ottavo album

Gruppo di punta del metal francese, ISTERIA DI MASSA Materia oscura è l'ottavo album in studio, Matière Noire. Un vero allarme temporale in Francia. Originari della Bretagna, i Mass Hysteria sono uno dei principali gruppi metal francesi sia per la sua qualità che per la sua longevità. Nel 1993, il gruppo si è distinto dal loro primo album Le bien être et la paix (1997).

Grande suono, testi in francese, la band esplode con Contraddizione (1999), meno industrial e con più influenze hip-hop, nel 2001 il gruppo pubblica “From circles to circles”. Più atmosferico, anche un po' più venato di hip-hop, in particolare con Acid e Base de La Brigade, il gruppo delude alcuni fan, ma amplia il proprio pubblico con questo album. più accessibile ma di altissima qualità.

En 2005, c’est le clash. Le groupe Isteria di massa a sorti un album avec un titre beaucoup plus pop-rock. S’il leur ouvre les portes des grandes radios, cet album est encore plus déroutant pour les fans du groupe. La direction artistique pas toujours comprise est rejointe par la production, ce que le groupe admet comme un échec sonore entre Métal et Rock, qui se cherche et ne se retrouve pas toujours.

 

 MASSA-ISTERIA-MATERIA-NERO

Isteria di massa Materia Oscura - Credito fotografico Eric CANTO

 

L'album contiene alcune pepite (Poison d´asile) e una collaborazione con Miossec che firma alcuni testi per l'album. Vera audacia e voglia di evolvere. Nel 2007 tutto è tornato alla normalità con Una somma di dettagli. Tornando alle proprie radici stilistiche con ben digerite influenze neo-metal, il gruppo pone le basi dello stile che manterranno in due album successivi, “Failles (2009)” e il successore “L'armée des ombres (2012)” .

Il faut également mentionner la vidéo live de 2011, enregistrée au Bikini, ainsi que le premier album live (Mass Hysteria à l’Olympia) de 2013.

Più oscuro e più impegnato degli album precedenti", Esercito di ombre  Ha brandito il mantra del gruppo. Mentre l'impressione generale su questo album era tra rabbia e impotenza di fronte a un mondo che cambia e a coloro che lo plasmano, ISTERIA DI MASSA Materia Nera ti fa sentire come se stessi guardando confuso.

A differenza degli altri album, i testi delle ultime due opere sono più concreti e ancorati al presente, in particolare grazie all'uso di nomi e chiari riferimenti all'attualità ("Sans-dents")

 

 

In termini di suono, Mass Hysteria continua ad evolversi. L'album dà un posto d'onore ai nuovi arrangiamenti: armonica, violino, cori lirici, percussioni, pur mantenendo le folli macchine allucinatorie di L'armée des ombres.

Tutto questo crea nuovi titoli di grande successo (Vae Soli, Vector Equilibrium) e dona una nuova intensità al lavoro di Isteria di massa. Questo è ciò che rende questo album originale.

Il resto (strutture, chitarra-basso-batteria, testi…) è di altissimo livello, ma nel complesso rimane Mass Hysteria abbastanza classico degli ultimi album, ad eccezione di "more than metal", con un lato più fusion-industrial che ricorda i primi album.

Poursuivant les trois albums précédents, apportant une nouvelle fraîcheur, Matière Noire réussit avec des paroles incisives et des arrangements parfaits qui mettent une pression constante sur l’ensemble de l’album.  « Matière noire  » est un tsunami qui ne vous laissera guère de moment de repos pendant 50 minutes.

 

L'ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA OPERE D'ARTE

Ci sono due versioni dell'album ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA, una prima versione in cristallo e una versione limitata con un visual diverso e una guaina che include un gel pack. Questa versione limitata non verrà ristampata. Il libretto è da scoprire acquistando l'album.

Tanto lavoro ma un risultato che sembra piacere… Per Isteria di massa Materia oscura, la nuovo album del gruppo, l'idea originale era un visual trovato dal chitarrista del gruppo Yann HEURTAUX su internet: una faccia su uno sfondo marrone con l'inchiostro che scorre sul viso di una donna. Da questa base, ho organizzato uno scatto molto… disordinato dove ho usato questa idea iniziale con questa volta uno sfondo immacolato e il desiderio di declinare questa idea su ogni parte del corpo. Il risultato ha permesso una ricca opera d'arte e 3 diverse copertine.

ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA Edizione da collezione limitata / Confezione speciale

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA


Making-of dello shooting sulla materia oscura 

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

 

 

Elenco dei titoli dall'album MASS HYSTERIA MATIÈRE NOIRE :

- Cani da discarica
- Vae soli!
- Equilibrio vettoriale
- La nostra trama
- Speranza e rifiuto
- Tutto è veleno
- L'inferno degli dei
- Senza fiato
- Materia nera
- Più che metallo
- Madre di Iroise

 

Crediti dall'album MASS HYSTERIA MATIÈRE NOIRE :

  • Mouss Kelai - voce
  • Yann Heurtaux - chitarra
  • Frédéric Duquesne - chitarra
  • Vincent Mercier - basso
  • Raphaël Mercier - batteria
  • Eric Canto - Opere d'arte e foto

 

  • Versione 2015
  • Genere Industrial metal
  • Produttore Frédéric Duquesne
  • Etichetta Verycords

 

Recensione dell'album MASS HYSTERIA MATTIÈRE NOIRE di www.albumrock.net

Voilà deux décennies que Mass Hysteria distille sa prose révoltée à ses fidèles furieux pas rassasiés pour un sou malgré deux derniers albums au regain de forme notoire (Failles en 2009 et L’Armée des Ombres en 2012) et un retournement dans les règles de l’art d’un Olympia qui portent encore les stigmates des décibels ravageurs du groupe.

Certi che questa Materia Oscura fosse attesa e l'arrivo di Fred Duquesne (Bukowski) alla chitarra prefigurava il passaggio di una fase aggiuntiva nella ricerca di una chimerica mostruosità sonora. Basti dire senza mezzi termini, il completamento è totale, il culmine finale e senza cadere in un elogio compiacente, possiamo senza dubbio annunciare che con Matière Noire Mass Hysteria sta semplicemente avendo il suo miglior album.

 

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

 

Difficile sapere da dove cominciare così tanto ISTERIA DI MASSA MATERIA NERA si impone come un successo assoluto a tutti i livelli. Questo è sicuramente il primo punto da sottolineare, inoltre, questo coerenza stilistica, musicale, anche filosofico, evolvendo verso questa rara coesione intrinseca a grandi, grandissimi album.

Mass Hysteria Matière noire est un bloc d’une densité, sorte de plasma homogène d’une noirceur inclassable qui se fend de onze titres grandioses se chipant à tour de rôle la vertu de morceau immanquable du disque. Mouss Kelaï, le charismatique leader de Mass Hysteria, a récemment déclaré concernant le manque de communication précédant la sortie officielle de l’album en octobre dernier: « On voulait que les gens prennent l’album d’un coup en pleine gueule. ». Que ce brave Mouss se rassure, c’est chose faite, et foutrement bien faite.

La collaborazione tra Duquesne e the Isteria di massa raggiunge il culmine con Matière Noire poiché l'identità sonora del gruppo si afferma con una qualità di produzione degna dei più grandi gruppi metal americani: rasentiamo il Killswitch Engage su "Our conspiracy" e il suo riff mentre legato a fiumi divertenti mentre ci delizia in questa grana del grande Slipknot di “Liberate” nell'eccellente release di “More than metal”. Il vizio è addirittura spinto fino a solleticare i Metallica nell'assolo epico di "Vector Equilibrium".

 

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

 

 

Rarement une production hexagonale, mastérisée à New York par Ted Jensen (au CV impressionnant, Deftones et Pantera pour ne citer qu’eux), aura atteint ce niveau de qualité sonore, cette balance parfaitement équilibrée entre une section rythmique éléphantesque, des guitares de plomb et des vocalises racées, viscérales, habitées.

Gli arrangiamenti sono sottilmente integrati a questo brillante recital di 50 minuti, che apre “Vae Soli! »Su alcune nebulose note elettroniche infantili, accompagnando l'inno« Più che metal »con stridenti tastiere metronomiche o addirittura apponendo un'opaca atmosfera industriale acuita sull'ottimo« Speranza e rifiuto ».

Da grande direttore qual è, Duquesne ha spinto l'isteria di massa nei suoi ultimi trinceramenti e ha finalmente dato al gruppo tutta la presenza sonora che merita, quella almeno pari all'eloquenza dei suoi testi sempre più infuriati, più impattanti, anche più personali.

 

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

 

Car le groupe est loin de renier son credo révolté, marque de fabrique de l’hystérie de masse, qui sied parfaitement à l’ambiance survoltée de ses concerts. Mouss Kelaï a toujours pris soin de peaufiner ses paroles pour en faire des slogans guerriers entonnés en chœur autant que des critiques acerbes d’une société qui en prend toujours autant pour son grade: « Démocratie autoritaire, c’est l’âge d’or de la misère » lance-t-il dans l’éloquent « Tout est poison ».

 

MASSA-ISTERIA-MATERIA-NEROIsteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

Possiamo sentire il tono grave in Matière Noire, anche prendendo una piega patriottica disincantata in "Mère d'Iroise ("Mia madre d'Iroise, mia dolce Francia, mai sola con te, me ne vado"), evocando l'assenza di grande uomini del popolo in "La speranza e il rifiuto" ("Non vedo nessun nuovo Jaurès all'orizzonte! Dove sono i veri uomini dal basso?") come il revival della cultura francese citando apertamente l'Hellfest in "Più che metallo".

In questo nuovo album emana una feroce efficacia di Mass Hysteria tanto le parole si fondono nel paesaggio sonoro con questa dose di percussioni sufficiente a segnare gli animi senza disturbare la musicalità fluida e infernale del gruppo. L'inizio dantesco di Dark Matter rimane certamente il miglior esempio di rabbia rimbombante mescolata a quegli epici scoppi di distorsione che accompagnano i vigorosi colpi di Mouss: "Cani della spazzatura, sdentati, pazzi per la libertà".

De quoi lancer la machine à fond la caisse et développer pendant onze titres une puissance colossale qui terrasse l’auditeur. La force de Matière Noire sert pourtant un habile destin, celui de marquer les oreilles autant que les consciences, celui de perturber les têtes autant que les cœurs, celui de troubler la raison autant que les convictions.

 

 

Isteria di massa Materia oscura

Isteria di massa Materia oscura - Photo credit Eric CANTO

 

"Hell of the gods" è lo standard di questo album coinvolgente, provocatorio quanto basta per non cadere in una noiosa demagogia, ed evoca i guai del nostro paese ferito con il senso dei testi più efficaci: "Si l'inferno degli dei è il loro amore per gli uomini, l'inferno degli uomini è il loro amore per gli dei”.

Mali di parole, in un certo senso. Martellate in questo titolo con un ritmo marziale e una chitarra oscura ovattata, le parole di Mouss Kelaï assumono una dimensione profetica in questo pezzo che denuncia l'indottrinamento religioso e la folle oppressione tirannica degli intolleranti a qualsiasi forma di libertà.

Va da sé che durante il suo recente tour invernale, “Hell of the Gods” è stato uno dei momenti clou dei concerti dei Mass Hysteria, vedendo un pubblico ma sapiente e studioso abbandonare la solita follia per un ascolto ordinato, paradossalmente quasi religioso. Comunque sia, se Dark Matter dovesse raggiungere i posteri solo attraverso uno di questi pezzi, sarebbe chiaramente grazie a "Hell of the Gods", un'epica realizzazione musicale che sostituisce meravigliosamente lunghi discorsi. e così via.

Mais MASS HYSTERIA MATIÈRE NOIRE accédera à la postérité bien au-delà d’un seul titre tant l’album est taillé pour être jouer en concert, toujours très fort bien sûr car « Si le silence est d’or, alors le bruit est de métal » (« Plus que du métal »). Chaque titre suggère une projection évidente de son interprétation live, là où Mass Hysteria est libéré de toutes chaînes et délivre avec une sincérité sans égale sa musique régénératrice. Quant à l’écoute de Matière Noire, on peine à croire que le groupe ait été bridé de quelque sorte que ce soit.

Goditi tutto, non abusare di nulla. Tranne l'isteria di massa, la materia oscura. Veramente.

 

 

 

Eric CANTO Photographe : Photos de concerts, portraits, pochettes d’albums.

 

Visita il mio portfolio Visita il blog Visita il negozio contattami

 

 

Bonus: ISTERIA DI MASSA L'opinione di Materia oscura Daily Rock

I Mass Hysteria pubblicheranno un nuovo album "Dark Matter" il 23 ottobre e per questa occasione David e Dany hanno ascoltato le 11 tracce che compongono questo nuovo sforzo francese ed ecco cosa ne pensano. Artista: Mass Hysteria - Album: Matière noire Etichetta: Verycords - Data di uscita: 23 ottobre 2015 - Genere: Industrial metal.  Il gruppo francese Mass Hysteria è venuto a presentarci i suoi più grandi successi durante la sua visita a Foufounes Électriques lo scorso agosto.

I vecchi camionisti si sono poi esibiti in delirio ma nessuno poteva prevedere la sorpresa che ci attendeva all'uscita dell'album. Dico sorpresa perché probabilmente qui abbiamo diritto, con l'album MASS HYSTERIA Matière noire, al miglior album del gruppo in carriera. Posso già sentirti, gruppo di increduli, dirmi: “Meglio di Contraddiction (1999)? Impossibile".

Probabilmente riconosciuto dai fan come il miglior album del gruppo Contraddiction è un puro capolavoro, ma Matière Noire ha qualcosa in più. Un'atmosfera particolarmente cupa e aggressiva, ancor più di quella a cui ci ha abituato la band di Mouss Kelai negli ultimi vent'anni.

Il qualificatore "industrial" è ancora presente in alcune composizioni ma il mix trasmette suoni più elettronici in sottofondo per lasciare più spazio all'abrasività delle chitarre. Gli elementi elettronici sono più utilizzati per creare momenti epici che melodici, ad esempio durante i ritornelli di Vector balance dove le voci gregoriane aggiungono gravità alle parole. Anche l'opera teatrale L'Enfer des Dieux beneficia del tocco electro dandogli una nuova prospettiva più universalista, andando di pari passo con il tema (fanatismo religioso). 

Tuttavia, il gruppo tende ad allontanarsi dal classico sound rap-metal, sentito mille volte negli anni 90. MASS HYSTERIA La materia oscura è più vicina a certi suoni Trash, anche Hardcore. Alcune parti della chitarra suggeriscono un'influenza più vicina a Max Cavalera (ex-Sepultura, Soulfly), principalmente su Chiens de la casse, Tout est poison e À bout de souffle, che a quella di Tom Morello (RATM, Audioslave).

MASS HYSTERIA Dark Matter proietta il gruppo nella postmodernità con tutti i paradossi che ciò comporta. Questo album assicurerà i posteri dei Mass Hysteria e li registrerà negli annali come un gruppo di grande importanza libero e furioso, ma pieno di speranza e ambizione.

RIFIUTA E RESISTI !!! “Non dimentichiamo mai che siamo uno di quelli che mangiano la vita. "

Viva gli eretici. Viva coloro che camminano retti. Viva chi vuole un paese. Migliori titoli: Madre di iroise, Pleggere solo metallo, L'inferno degli dei

Testo: David Atman

Altri articoli che potrebbero interessarti:
MASS HYSTERIA Matière noire version vinyle
VINYLE MATIERE NOIRE

Je suis très heureux de vous annoncer la sortie de matière noire vinyle de l'album Matière noire mardi 3 mai. Leggi di più

MASS HYSTERIA : UNE TRISTE NOUVELLE
eric canto photographe concert portrait

Une triste nouvelle, Michel SIX nous a quitté des suites d'une longue maladie. Les fans de Mass Hysteria le connaissaient, Leggi di più

SHOOTING JULIEN DORE PALOMA
julien dore

Shooting de Julien Doré   Un shooting réalisé à la salle Paloma de Nîmes Petite remise en jambe de printemps Leggi di più

"Difetti" dell'isteria di massa
difetti di isteria di massa

MASS HYSTERIA FAILLES La couverture de l'album Failles de Mass Hysteria réalisée par Eric Canto, photographe : "Après 6 mois, mon Leggi di più

it_ITItaliano
Visita il negozio